Home

Boom di prodotti eco friendly per il piacere. Infatti secondo molti studi scientifici anche la vita sessuale può essere ecologica. In commercio si trovano sempre più alternative vegan o biodegradabili ai classici preservativi, lubrificanti e perfino ai sex toys. La prima regola di questa filosofia di vita sembra essere quella di eliminare gli sprechi.

I preservativi vegani rientrano in pompa magna nella categoria appartenente al sex green. Da adesso sono presenti anche in molte farmacie e già da ora chi vuole potrà provare le varianti “amiche dell’ambiente” in commercio, così da tenere la coscienza apposto con madre natura.

Tra i più importanti sono presenti i profilattici in lattice vegan friendly, perché non utilizzano agenti coagulanti di origine animale oppure in gomme naturali biodegradabili. Per gli ambientalisti è fondamentale verificare le certificazioni vegan, prima di acquistarli, e la compatibilità con eventuali lubrificanti.


Leggi anche: Gli italiani investono… sul sesso: nell’ultimo anno boom di sex toys: le regioni più “hot”


Tutti pazzi del sex green, dai preservativi vegani ai sex toys ambientalisti

Alla lista del sex green si aggiungono i lubrificanti. Spesso, infatti, contengono petrolati, parabeni e sostanze chimiche che sono dannose per la salute, oltre che per l’ambiente. Quindi si possono a tutti gli effetti definire In questo caso per le alternative ecologiche esistono gel vegani a quelle a base d’acqua senza sostanze tossiche.

Anche il mondo dei sex toys non è da meno. Alcune aziende hanno messo in commercio, ad esempio, vibratori realizzati con bioplastiche, quindi riciclabili o addirittura biodegradabili. Esistono perfino sex toys alimentati a energia solare, grazie all’infinito progresso della scienza.


Leggi anche:

Universitario cerca ragazza incontrata sul treno e tappezza la città di volantini: l’appello


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata