Home

Una bellissima storia arriva dall’Università di Bari, dove Valerio Wu, giovane studente sordo, ha discusso la sua tesi di laurea nella lingua dei segni.

Al termine dell’esposizione, il rettore dell’Ateneo, che presiedeva direttamente la seduta, ha invitato ad applaudire in Lis, alzando le braccia e scuotendo le mani.

Il messaggio di Valerio

Valerio nella sua tesi ha raccontato le difficoltà degli studenti universitari sordi durante la pandemia, a causa in particolar modo della didattica a distanza. “Ci sentiamo invisibili, i problemi incontrati vanno oltre l’emergenza sanitaria”. E lancia infine un messaggio di speranza: “Spero che in futuro, anzi nell’immediato, i sordi smettano di patire queste disparità e che possano frequentare al pari degli altri studenti: vogliamo decidere cosa seguire non valutando i servizi, limitati, che ci offrono, ma a seconda dei nostri interessi e volontà”.

GUARDA QUI IL VIDEO

Fonte video: La Repubblica

Università, la docente è anti-abortista: studenti abbandonano in massa l’aula – VIDEO

Lauree abilitanti per Farmacia, Odontoiatria, Veterinaria e Psicologia: TUTTI I DECRETI

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata