Home

Torna lentamente alla normalità la richiesta di stanze da parte degli studenti universitari che, grazie all’utilizzo del Green pass, torneranno a frequentare le lezioni in presenza. Nelle grande metropoli, i prezzi continuano a scendere.

Gli affitti universitari post-Covid

Secondo il report stilato da SoloAffitti, il gruppo specializzato nella gestione della rendita immobiliare, il mercato degli affitti universitari sta gradualmente tornando alla normalità. Sebbene non del tutto. Per poter, infatti, tornare alla situazione pre-Covid ci vorrà ancora del tempo: il numero di transazioni legato agli affitti universitari resta ancora ben al di sotto dei livelli del 2019 (-41%).

Il report

Lo studio evidenzia, soprattutto, come i costi delle stanze continuino a scendere nei grandi centri cittadini. Nelle metropoli si rileva infatti un calo del -4% per le camere doppie, mentre le singole rimangono sostanzialmente stabili (+1%).

Prezzi per le stanze singole

A Milano, i costi delle stanze singole sono diminuiti del 15%, spendendo in media 100 euro. Stessa situazione a Roma (-15%) dove si spendono 64 euro in meno. La città italiana con il maggior calo percentuale è Cagliari: -17%, pari a 40 euro. Prezzi al ribasso anche a Bologna (-9%, pari a 33 euro), Torino (-6%, 17 euro in meno) e Firenze (-5%, 19 euro)


Leggi anche: Unipa, inaugurato in viale delle Scienze lo sportello per chiedere l’Isee: tutte le info


Costi per le doppie

Per le stanze doppie, le città che registrano i maggiori decrementi sono Padova e Milano, rispettivamente con delle percentuali medie del 25% e 24%. Prezzi in discesa rispetto allo scorso anno anche a Firenze (-15%), Torino (-15%) e Trieste (-13%). A Bologna e Napoli il calo si è fermato rispettivamente al 7% e 4%.

Le città più convenienti

Varese e Palermo sono le città più a buon mercato per gli universitari, con singole rispettivamente a 180 e 170 euro e doppie a 125 e 100 euro di media.

Affitti universitari: le richieste degli studenti

Gli studenti universitari richiedono sempre più alcuni comfort come un impianto di aria condizionata, lavastoviglie e lavatrici, un arredamento moderno e soprattutto una veloce connessione Wi-Fi. Ma le esigenze principali restano sempre le stesse: la vicinanza all’università e ai mezzi pubblici.

150 docenti universitari contro il Green Pass, alcuni di Palermo: “Non fermerete la nostra libertà”

”Sei bella, ma ti lascio per sopravvivere”: non si ferma la fuga dei giovani siciliani

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata