I soldi per l’affitto scarseggiano. In Sicilia sono decine di migliaia gli studenti universitari fuori sede in grande difficoltà che devono continuare a pagare le mensilità per l’affitto di stanze e posti letto nelle città universitarie. Il fenomeno riguarda un pò tutte le realtà universitarie. Se molti di loro, prima dell’emergenza, potevano contare su qualche lavoretto extra e sul sostegno dei genitori, ora le cifre da sborsare, già alte in momenti normali, sembrano diventate insostenibili. Per questo in tutta Italia prendono forma spontaneamente diverse iniziative. Tutte condividono la stessa finalità: prevedere interventi mirati per aiutare le famiglie degli studenti che si vedono costretti a pagare gli affitti per i loro figli anche se, per cause di forza maggiore, non ne usufruiscono.

Cosa bolle in pentola?

Younipa ha sentito i gruppi parlamentari dell’Assemblea Regionale. Oggi, a palazzo dei Normanni, avrà luogo una seduta d’aula, nella quale verranno votati i provvedimenti dei due gruppi parlamentari.
Come blog studentesco e megafono delle esigenze degli universitari di Palermo, abbiamo deciso di interpellare e sensibilizzare i capigruppo dei partiti all’interno dell’Assemblea Regionale Siciliana. La questione non ha, evidentemente, nessun colore: si tratta di ragazzi e delle loro famiglie e della necessità di assicurare loro, in un momento di difficoltà, un aiuto concreto. Siamo molto orgogliosi che proprio oggi, nel Parlamento siciliano, si discuta di soluzioni a un problema che noi per primi abbiamo sollevato.

Vogliamo, quindi, rendervi partecipi di ciò che hanno dichiarato i deputati PD all’Ars: “Chiediamo al governo regionale di prevedere un intervento finanziario straordinario per sostenere gli studenti universitari fuori sede che, nonostante la chiusura degli Atenei, devono comunque pagare gli affitti dei loro alloggi”. Lo dicono i deputati regionali del Pd all’Ars che hanno presentato un’interpellanza parlamentare rivolta all’assessore regionale all’Istruzione e Formazione per chiedere misure per sostenere i costi di locazione per il trimestre (marzo-aprile-maggio) in favore degli studenti fuori sede in possesso dei requisiti necessari a poter supportare la loro richiesta.
E la tessa intenzione per il Gruppo della Lega che, tramite l’onorevole Marianna Caronia, propone la creazione di un fondo ad hoc per sostenere le spese di affitto delle abitazioni universitarie per gli studenti siciliani e, soprattutto, che rispondano a dei requisiti di necessità come un reddito Isee inferiore ai 20 mila euro annui. La Lega chiederà al presidente della commissione Bilancio di mettere all’ordine del giorno, in sede di finanziaria, queste necessità reali degli studenti siciliani.

Anche il M5S ci fa sapere che l’argomento è all’attenzione di gruppo parlamentare, in particolare all’attenzione dei colleghi della V commissione parlamentare.

AGGIORNAMENTO

Anche il Movimento 5 Stelle scende in campo. “Bisogna dare un aiuto economico agli studenti universitari siciliani fuori sede che hanno difficoltà a pagare l’affitto degli alloggi”: lo chiede la deputata regionale del Movimento 5 Stelle, Stefania Campo, che sul tema ha presentato un’interpellanza all’Ars.

“In queste settimane di emergenza sanitaria – ricorda Campo – molte associazioni di rappresentanza degli studenti universitari dell’isola hanno sollevato il problema del pagamento dell’affitto degli alloggi, che, nonostante la chiusura degli Atenei, deve comunque essere versato ai proprietari di case. Purtroppo è sotto gli occhi di tutti come le famiglie stiano già subendo gli effetti economici della crisi sanitaria in corso. Diventa quindi sempre più difficile sostenere le spese per gli studenti universitari che vivono in affitto nelle città sedi universitarie”.

QUI L’interpellanza del Partito Democratico

QUI l’Ordine del giorno della Lega

QUI l’interpellanza del Movimento 5 stelle

Ti interesserà sicuramente:

Condividi