Home

Palermo, Ballarò. Bastoni, spranghe di ferro, bottiglie rotte.

Le stradine attorno la piazzetta di Ballarò si sono trasformate in un ring in cui palermitani e stranieri si sono affrontati senza risparmiarsi nessun colpo.

Un campo di battaglia per una maxi rissa che ha coinvolto una quarantina di persone, sia palermitani che stranieri. Tre ore dalle 20 alle 23 la piazzetta di Ballarò e le stradine attorno si sono trasformate in un campo di battaglia.

Un extracomunitario è rimasto ferito. Prima c’è stato un lancio fitto di oggetti, poi i due gruppi rivali se le sono date di santa ragione. Il gambiano coinvolto nella rissa è stato accoltellato e trasportato dai sanitari del 118 all’ospedale Civico.

Uno scontro in almeno due fasi, che ha costretto i carabinieri del nucleo radiomobile ad intervenire più volte per tranquillizzare il quartiere. Da quanto si apprende la violenza a Ballarò è scoppiata intorno alle 20 con una prima aggressione ad un uomo di colore da parte di alcuni residenti palermitani. Secondo quest’ultimi l’immigrato o un suo compaesano correndo a tutta velocità in scooter fra i vicoli avrebbero rischiato di colpire una donna con il figlio di pochi mesi in carrozzina. Questo avrebbe scatenato la reazione di un parente della donna contro un uomo della comunità africana. La discussione fra un parente della donna e l’immigrato sarebbe immediatamente degenerata in un pestaggio, con l’immigrato preso a calci e pugni da almeno quattro palermitani.

Solo il primo intervento dei carabinieri ha calmato gli animi, i protagonisti della lite si sono allontanati ma solo per organizzare i rinforzi. Il secondo round è cominciato intorno alle 22: questa volta si sono affrontati una quarantina di persone armate di spranghe, bastoni, bottiglie rotte e pare anche coltelli. I due gruppi si sono affrontati sia nella piazzetta di Ballarò che nelle stradine vicine. Durante la rissa un ragazzino è stato colpito accidentalmente mentre assisteva alla violenza dal portone di casa. Per lui una ferita alla testa che i sanitari del 118 hanno medicato e giudicato guaribile in otto giorni.

Solo con l’arrivo delle gazzelle del radiomobile la rissa si è conclusa, molti dei partecipanti sono riusciti a fuggire prima di essere fermati dai militari. Un giovane del Gambia è stato portato in ospedale per una ferita compatibile con una coltellata. Il giovane è stato medicato al pronto soccorso del Civico. I carabinieri hanno portato in caserma alcuni dei protagonisti delle violenze di ieri sera per essere interrogati.

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata