Home

A emergenza finita l’Inps avvierà i controlli per verificare che tutti i richiedenti avessero i requisiti

Ancora non tutti hanno ricevuto il celeberrimo BONUS di 600 euro ma si sa già chi lo dovrà restituire. Il bonus è stato erogato in un regime di emergenza a lavoratori autonomi e partite Iva. il Bonus inserito nel Decreto Cura Italia prevedeva requisiti di accesso che l’Inps verificherà ex post, chiedendo indietro il denaro a coloro che non risultassero in possesso dei requisiti.

Quattro i casi in cui si dovrà restituire l’intero bonus all’Inps

L’Ansa riporta 4 casi in cui il bonus dovrà essere restituito:

  • chi è iscritto ad un’altra forma previdenziale obbligatoria
  • i titolari di reddito di cittadinanza
  • i titolari di pensione (eccetto per quella di invalidità o reversibilità)
  • altri casi specifici in cui i soggetti, al momento della richiesta, non avevano i requisiti d’accesso

Per ottenere il bonus, infatti, i lavoratori stagionali dovevano aver cessato involontariamente il rapporto tra il 1° gennaio e il il marzo; gli operai agricoli devono aver effettuato almeno 50 giorni effettive di attività nel 2019; i lavoratori dello spettacolo devono avere 30 giorni di contributi giornalieri versati nel 2019. Non è invece tenuto a restituire il bonus chi pur avendo un reddito alto abbia però i requisiti di legge: il reddito, infatti, non è un requisito per l’ottenimento del bonus.

: ; ; .

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata