Home

Mentre la Sicilia si appresta in queste ore a far partire l’Open Day per i giovani (da oggi fino a domenica 13 giugno) scoppia nuovamente la polemica sull’utilizzo del vaccino Astrazeneca. Dopo gli open day aperti ai giovani e i casi di trombosi verificatisi in alcune giovani donne, il Cts gia nei prossimi giorni, potrebbe esprimersi con un nuovo pronunciamento sull’uso nella strategia vaccinale, in particolare proprio fra i giovani.

Da oggi in Sicilia i cittadini dai 18 anni in su, che non presentano fragilità, potranno vaccinarsi su base volontaria presso gli hub vaccinali provinciali anche senza prenotazione. I vaccini dedicati all’iniziativa saranno Vaxzevria di AstraZeneca e Janssen di Johnson & Johnson.


Leggi anche: Covid, Zangrillo spiega perché il virus è in letargo


L’iniziativa prende l’avvio da una disposizione del presidente della Regione Nello Musumeci “per accelerare ulteriormente la campagna d’immunizzazione, che procede in maniera spedita in tutta l’Isola e fa registrare un trend in costante crescita. Nel periodo compreso tra 1 e 6 giugno, infatti, sono state effettuate quasi 287 mila somministrazioni, superando ogni giorno il target assegnato alla Sicilia dalla struttura commissariale nazionale”, afferma una nota.

Open day in Sicilia, ma scoppia nuovamente il caso Astrazeneca

Intanto le Regioni continuano a muoversi in ordine sparso, tra chi mantiene gli open day e chi li cancella, dopo i dubbi sollevati da sempre più esperti di non usarlo nei giovani.

Sollecitazioni che hanno spinto il Cts a valutare una nuova strategia, soprattutto dopo il caso di trombosi della ragazza 18enne di Genova vaccinata con AstraZeneca. Le nuove valutazioni potrebbero portare a dei limiti di non fattibilita’ sotto i 30 o i 40 anni, come ha anche spiegato il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, “mentre una revisione non la farei sopra i 50 anni, perche’ il rapporto tra rischi e benefici e’ indubbiamente, anche con la circolazione attuale, a favore del beneficio”.

Anche se in Italia il vaccino di AstraZeneca e’ “gia’ preferenzialmente raccomandato per i soggetti sopra i 60 anni di eta’”, come ha ricordato il coordinatore del Cts Franco Locatelli, molte regioni si sono mosse in ordine sparso, e continuano a farlo.

Leggi anche:

Covid

Bollettino Covid, contagi e ricoveri stazionari: boom di casi a Enna

zone rosse

Ultim’ora, contagi fuori controllo: tre nuove Zone Rosse in Sicilia

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata