Home

“Mi sembra chiaro, è sotto gli occhi di tutti, che prestissimo la Sicilia andrà in zona gialla: siamo rimasti fuori per merito di tutti, ma temiamo che le feste natalizie possano condurci in zona gialla. La nuova variante del virus è facilmente contagiosa, ma meno virulenta per chi ha fatto il vaccino, soprattutto la terza dose”. Affrontiamo con una certa serenità, ma senza rilassarsi il periodo delle festività sapendo che il rispetto delle norme è il primo obiettivo al quale dobbiamo guardare”. Lo ha detto il presidente della Regione, Nello Musumeci, a Catania.

Sono dodici le regioni e PA (9 dello scorso rilevamento) sopra soglia critica del 10% per occupazione in terapia intensiva. Sono Calabria (16,6%), E-R (12,4%), FVG (14,9%), Lazio (10,3%), Liguria (14,2%), Lombardia (10,6%), Marche (18,7%), Pa Bolzano (21,0%), PA Trento (24,4%), Piemonte (10,7%), Toscana (11,6%), Veneto (15,9%).

Nove (8 in precedenza) oltre sogli del 15% per occupazione dei reparti di area medica: Calabria (a 25,9%), FVG (22%), Liguria (24,8%), Marche (19,5%), PA Bolzano (16,4%), PA Trento (19,1%), Sicilia (15,5%), Valle d’Aosta (22,2%), Veneto (18,2%). Cosi il monitoraggio settimanale della Cabina di regia al 23 dicembre.

Leggi anche:

Nuovo DPCM festività: tutte le misure punto per punto

covid

Palermo, le condizioni dei contagiati con variante Omicron: gli aggiornamenti

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata