Home

Dal 16 novembre è attiva su Gofundme la campagna benefica per Francesca. La ragazza palermitana di soli 26 anni combatte da 3 anni con un raro tumore al cervello. In Italia le cure sono insufficienti, l’unico modo per cercare di combatterlo è partire ad Hannover, nel nord della Germania. La somma necessaria per pagare le cure, il viaggio e il post era di 100.000 mila euro, cifra che fortunatamente ha raggiunto. La storia di Francesca è entrata nel cuore di tutti i cittadini palermitani, tanto da raggiungere la cifra per l’intervento in soli 4 giorni.

Il messaggio di Francesca

Su Facebook Francesca Di Lorenzo, la protagonista di questa storia che ha stretto tutti, ha deciso di scrivere un post di ringraziamento:

“ Vorrei ringraziarvi e abbracciarvi uno ad uno. Siete tutte persone speciali, non per i soldi ma per il gesto. Grazie per quello che state facendo per la mia vita, grazie! Ce la farò per tutti e racconteremo insieme questa storia. Ne sono certa: insieme ci riusciremo, grazie per tutto l’amore immenso”

Abbiamo contatto la cugina di Francesca che qualche giorno fa aveva fatto un appello sentito su Younipa affinché la cugina potesse raggiungere la somma e di conseguenza partire ad Hannover prima del 2021.

“Il nostro messaggio è semplicemente grazie, grazie a chiunque abbia contribuito, dimostrando la sua bontà e il proprio affetto, soprattutto a mia cugina che ne aveva veramente bisogno, la cosa più importante è stata farle riacquisire la speranza. Insieme a mio cugino Stefano, sono molto più speranzosi e sereni e a noi non può che renderci felici. Adesso tocca a lei, a Dio e alle mani dei medici, siamo più che certi che sconfiggerà una volta per tutte questo mostro!! È un uragano di forza “

Tutti noi di Younipa auguriamo a Francesca e a tutta la sua famiglia che l’operazione possa andare a gonfie vele.


Potrebbe interessarti:

Aiutiamo Francesca a vincere la sua battaglia contro il cancro

“Ho donato una nuova vita a chi mi ha dato la vita” Studente dona fegato al padre

Ai tempi del Covid, la creatività aiuta: La storia di Villa Costanza


Condividi

A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata