Home

“Solo chiacchiere”: il virologo Andrea Crisanti bolla così la tesi secondo cui il virus è ora meno aggressivo. “Si tratta di studi basati su osservazioni estemporanee e non su esperimenti.

C’è solo un modo, quello di infettare degli animali e dei modelli ma siccome non abbiamo un animale da infettare tutto il resto sono chiacchiere”, commenta Crisanti ad “Agora’” su Raitre. “Sicuramente – osserva – chi si infetta si ammala meno gravemente di prima ma la carica virale del virus si e’ abbassata grazie alle mascherine e al distanziamento sociale”.

Incertezza sugli asintomatici

Virus. Quanto alla contagiosità degli asintomatici, Crisanti spiega che “non lo sa nessuno. Ma in in moltissime malattie gli asintomatici sono molto più infettivi dei sintomatici”. “E’ il caso della varicella, del morbillo, della stessa tubercolosi – ricorda il virologo – Ed è una questione di selezione naturale. Chi si ammala e sta a letto ha meno possibilità di trasmettere l’infezione rispetto a chi non ha sintomi”.

Sul Virus, “L’OMS non ha brillato per esattezza”

Poi la bacchettata all’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS) sul virus: “Certi messaggi mancano di coerenza e lasciano un po’ di sconcerto. In questa epidemia l’Oms non ha sicuramente brillato per tempestività ed esattezza, non si sa su quali basi vengano fatte certe dichiarazioni”. “La scienza è misura – ha ribadito il virologo – se non ci sono dati e e non ci sono numeri non è scienza”. (adkronos)

Leggi anche:

OMS: “Oltre 183mila casi di Coronavirus in un giorno, è nuovo record”

Coronavirus: nuove linee guida Oms: No isolamento se per 3 giorni paziente è senza sintomi

Vaccino. Sondaggio shock: Un italiano su due non vuole vacinare

Vaccino. Speranza: prime dosi entro fine anno

Coronavirus. Ricciardi: “Vaccino per Italia in inverno se tutto va bene”

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata