Home

Come abbiamo scritto qualche giorno fa, l’Università degli Studi di Palermo ha avviato la campagna vaccinale dedicata al personale docente e tecnico. Sono inclusi docenti, ricercatori, assegnisti di ricerca, docenti a contratto e personale TAB-tecnico amministrativo e bibliotecario, in buona salute e nati a partire dal 1 marzo 1956. Una scelta che non è piaciuta ai dottorandi dell’Università di Palermo, esclusi dalla campagna vaccinale anti-Covid. Questa la lettera inviata da un dottorando di Unipa alla redazione di Younipa.it.

Campagna vaccinale anti-Covid all’Università di Palermo, la denuncia di un dottorando

“Gentile Younipa, vi scrivo per segnalarvi un’indecenza relativa alla campagna di vaccinazione di Unipa. Come ben sapete tale vaccino è destinato “al personale universitario individuato dal piano vaccinale nazionale (docenti, ricercatori, assegnisti di ricerca, docenti a contratto, personale TAB-tecnico amministrativo e bibliotecario). I dottorandi, proprio come i docenti e i ricercatori sono altresì coinvolti in attività didattiche e/o di tutorato, oltre che ad avere una postazione fissa in dipartimento a stretto contatto con colleghi dottorandi, ricercatori, professori, ecc. Quindi mi chiedo per quale motivo si è scelto di coprire tutte le categorie del personale universitario tranne i dottorandi”.

“Da assiduo lettore della pagina web fin dai tempi della triennale vi chiedo di fare chiarezza, a correggermi se i miei colleghi ed io stiamo commettendo un errore, o se veramente le cose stanno così e quindi denunciare la cosa e chiedere spiegazioni a chi di dovere”.

Leggi anche

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata