Home

“La preoccupazione dei medici è che questa seconda ondata non sia una mareggiata, ma uno tsunami che potrebbe travolgere il sistema sanitario. Per questo chiediamo al Governo misure più aggressive”

A scriverlo tramite la propria pagina Facebook è il presidente della Federazione degli Ordini dei medici italiani, Filippo Anelli.

“Bisogna chiudere il più possibile, varare misure che possano incidere nettamente sulla situazione.


Leggi anche: Coronavirus. Due nuove Zone Rosse in Sicilia


A noi medici il lockdown generale farebbe comodo perché abbasserebbe subito la curva, ma ci rendiamo conto che il Governo deve guardare anche alla tenuta del sistema economico, comprendiamo gli sforzi e i tentativi che sta facendo per tutelare le attività produttive. Capiamo il grado di difficoltà delle scelte, ma da parte nostra è doveroso dire che misure forti aiuterebbero il sistema sanitario nazionale ad affrontare questa emergenza”.

“Il problema oggi – sostiene – riguarda la tenuta del sistema sanitario, perché l’occupazione progressiva dei posti da parte di malati Covid riduce via via la possibilità di garantire cure agli altri ammalati. Andando avanti così, la situazione potrebbe sfuggirci di mano”. 


Leggi anche:

Ultim’Ora. Nuovo DPCM entro stasera: misure sempre più rigide. Ecco tutte le restrizioni

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata