Home

Dopo Briatore, Borghese, arriva anche uno chef palermitano. Ad aggiungersi al coro “i giovani non hanno voglia di lavoro” è lo chef palermitano Filippo La Mantia, che da anni ha portato la sua attività culinaria in giro per l’Italia.

La polemica è stata scatenata negli scorsi giorni dalle dichiarazioni del cuoco Alessandro Borghese, che ha puntato il dito contro i giovani che non vogliono più lavorare. In particolare lo chef parla del suo settore: la ristorazione. Un problema di recente sottolineato anche da Filippo La Mantia, cuoco e ristoratore palermitano, che ha appena aperto un ristorante a Milano.


Leggi anche: Briatore appoggia Borghese: “Offro 2.000 euro al mese, ma i giovani non hanno voglia di lavorare”


Lo chef palermitano La Mantia e i giovani che non vogliono lavorare

Filippo La Mantia ha chiacchierato con MOW (mowmag.com) sulla vicenda. Al magazine lifestyle di AM Network, ha messo l’accento sul collega Alessandro Borghese: “Ha ragione, non si trova personale, io stesso per aprire ho dovuto ricorrere a un’agenzia”, ha raccontato il palermitano.

“Ma non sarà che la questione sono le paghe troppo basse? “No, è una minchiata. Bisogna smettere di dire che li sfruttiamo. Forse li hanno sfruttati a Londra o altrove all’estero”. Insomma si somma un’altra voce al coro.


Leggi anche:

Palermo, al via la riqualificazione del pontile di Mondello: ecco come sarà – FOTO


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata