Home

Cosa conterrà il nuovo Dpcm in vigore dal 6 marzo e valido anche per le festività pasquali? Ecco alcuni dettagli svelati da Ansa.it e quali gli ambiti delle nuove restrizioni, alcune delle quali riconfermate.

Nuovo Dpcm, barbieri e parrucchieri chiusi in zona rossa. Restano sospesi gli eventi

Rimarranno chiusi barbieri e parrucchieri in zona rossa. Nel documento si legge: “Sono sospese le attività inerenti servizi alla persona, diverse da quelle individuate nell’allegato 24” dove – a differenza del precedente provvedimento – non vengono menzionati i servizi dei saloni di barbiere e di parrucchiere. 

Restano sospesi gli eventi anche in zona bianca. Fiere, congressi e discoteche rimangono dunque annullati anche in zona bianca.

A decorrere dal 27 marzo 2021, gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati.

Restano sospesi gli eventi che implichino assembramenti in spazi chiusi o all’aperto quando non è possibile assicurare il rispetto delle condizioni di cui alla presente lettera.

Nuovo Dpcm, scuola in presenza e ristorazione serale

La scuola resta in presenza per gli alunni dell’infanzia, delle elementari e delle medie. Per gli alunni delle superiori la didattica è in presenza “almeno al 50% e fino ad un massimo del 75%”.

Rimangono chiusi i ristoranti in orario serale. “Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) – si legge nella bozza – sono consentite dalle 5 alle 18” con un massimo di 4 persone per tavolo “salvo che siano tutti conviventi”.

Dopo le 18 “è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico”. Resta invece consentita “senza limiti di tempo la ristorazione negli alberghi e in tutte le altre strutture ricettive, limitatamente ai propri clienti che siano ivi alloggiati”.

Abitazioni private e coprifuoco

Dal nuovo Dpcm viene cancellata la misura secondo cui “con riguardo alle abitazioni private, è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza”.

Nella bozza del nuovo provvedimento restano comunque “vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose”.

Rimane valido il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino. Le misure che entreranno in vigore a partite dal 6 marzo, saranno valide anche a Pasqua. “Le disposizioni del presente decreto – si legge nel testo – si applicano dalla data del 6 marzo 2021, in sostituzione di quelle del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 14 gennaio 2021, e sono efficaci fino al 6 aprile 2021”, il giorno dopo Pasquetta.

Leggi anche

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata