La revisione delle prove dell’Organizzazione Mondiale della Sanità mostra che indossare la mascherina all’esterno non impedisce l’infezione

L’OMS non raccomanda le mascherine per le persone sane

Come riporta The Guardian, l’Organizzazione Mondiale della Sanità si è astenuta dal raccomandare alle persone sane di indossare maschere per il viso in pubblico dopo aver valutato nuove prove sulla loro capacità di contenere la pandemia.

La guida aggiornata pubblicata dall’OMS è consultabile qui

L’OMS ha rivisto la sua posizione sulle maschere alla luce dei dati provenienti da Hong Kong, indicando che il loro uso diffuso nella comunità potrebbe aver ridotto la diffusione del coronavirus in alcune regioni.

Ma nella guida aggiornata pubblicata il 6 aprile, l’Organizzazione sostiene che, sebbene le maschere possano aiutare a limitare la diffusione della malattia, non sono sufficienti da sole. Non ci sono prove che indossare una maschera nella comunità abbia impedito alle persone sane di contrarre infezioni respiratorie tra cui Covid-19.

“Proteggono gli altri, non chi le porta”

Il professor David Heymann, della London School of Hygiene and Tropical Medicine, che ha presieduto il gruppo di consulenza scientifica e tecnica dell’OMS per i rischi infettivi, ha affermato che, a meno che le persone non lavorino in ambito sanitario, le maschere sono “solo per la protezione degli altri, non per la protezione di sé stessi”.

Distanza fisica e lavarsi le mani per proteggersi

Il comitato dell’OMS ha riconosciuto che il virus può essere trasmesso da persone che non hanno sintomi ma ha detto che il virus deve comunque diffondersi attraverso goccioline o superfici contaminate, che le distanze fisiche e il lavaggio delle mani hanno lo scopo di ridurre al minimo.

Chi deve indossare le mascherine, secondo l’OMS

Secondo i consigli aggiornati dell’OMS, le persone con sintomi di coronavirus dovrebbero indossare una maschera, autoisolarsi e consultare un medico non appena iniziano a sentirsi male, mentre coloro che si prendono cura di loro dovrebbero indossare una maschera quando si trovano nella stessa stanza.

«Gli operatori sanitari, oltre alle maschere, devono indossare anche visiere per proteggere gli occhi», come, ricordiamo, avviene in alcuni ospedali di eccellenza come il Cotugno.

I rischi dell’uso delle mascherine

Heymann ha affermato che le maschere potrebbero creare un falso senso di sicurezza che potrebbe finire per mettere le persone a maggior rischio. Anche con la bocca e il naso completamente coperti, il virus può ancora entrare attraverso gli occhi.  “Le persone pensano di essere protette quando non lo sono”, ha detto.

Un’altra preoccupazione è che le persone possono contaminarsi quando puliscono, rimuovono o smaltiscono le loro maschere.

L’OMS e le raccomandazioni delle autorità nazionali e regionali

La guida dell’OMS su persone sane che indossano maschere in pubblico sembra essere in conflitto con una serie di raccomandazioni recenti e con l’obbligo di indossare le mascherine fuori casa imposto da alcune regioni italiane

L’OMS afferma che i paesi che raccomandano maschere per la popolazione generale dovrebbero istituire studi per monitorarne l’efficacia.

William Keevil, professore di sanità ambientale presso l’Università di Southampton, ha affermato che i governi si sentono sotto pressione per la richiesta dell’opinione pubblica di “fare qualcosa”, per questo adottano a volte misure che rappresentano una perdita di tempo e risorse preziose.

Proteggere gli occhi

«Le maschere di stoffa e le maschere chirurgiche di scarsa qualità non filtreranno le goccioline respiratorie fini, e certamente non gli aerosol, che alcuni sostengono ora essere un rischio di infezione», ha detto Keevil. «La domanda principale che deve essere affrontata è: come proteggere gli occhi, una via riconosciuta come accesso del virus?»

Condividi