Home

C’è una Renault 4 traballante, con la targa di camion Iveco 50 C, partita dall’Olanda, che è riuscita ad attraversare tutte le zone “rosse” italiane ed europee, a traghettare e arrivare in Sicilia fino ad Acitrezza. I social l’hanno seguita con video e foto dal 18 marzo, LiveSicilia, attraverso la visura nel pubblico registro immobiliare, ha ricostruito tutti i retroscena.

GLI AVVISTAMENTI – Sul tetto, legati alla meno peggio, ci sono bagagli di ogni tipo, dagli utensili domestici al necessario per dormire. Al suo interno ci sono una coppia con un cagnolino, un camionista li avvista e li filma, per la prima volta, il 18 marzo sulla Salerno Reggio Calabria. L’auto immortalata nel video è ferma col cofano aperto a causa di problemi al motore. C’è un buco nei video pubblicati su facebook, ma il 22 marzo, domenica, viene condiviso un nuovo video da un altro camionista, “a Villa San Giovanni”, in prossimità degli sbarchi. Alle 22.30 dello stesso giorno, viene fotografata a bordo del traghetto che finisce nel mirino del presidente della Regione Nello Musumeci: “Ci sono rientri non autorizzati – dice Musumeci – in corso sullo Stretto di Messina, ho chiesto urgentemente al Prefetto di intervenire”.

LA VISURA – Visionando numerose foto, abbiamo ricostruito il numero della targa che è stata fissata sulla parte posteriore della vettura. Stranamente, però, la targa non è rettangolare come in qualunque utilitaria: è quadrata. Dalla visura nel registro immobiliare tra Olanda e Italia emerge che la targa è stata rilasciata per un “autocarro privato per il trasporto di cose con il cassone a sponde”. Esattamente si tratta di un Iveco 50 C 2.800 a gasolio, del peso complessivo di tre tonnellate e mezzo. La targa, spiega la visura, è stata trasferita in Olanda insieme alla residenza del proprietario, originario della provincia di Caltanissetta, nel 2015. Il nisseno ha acquistato il camion nel 2011. Della Renault 4, invece, sul Pra non c’è traccia.

Una storia che ha dell’incredibile e che si lega a doppio mandato alla denuncia lanciata via facebook dal presidente della Regione Nello Musumeci sugli ultimi sbarchi avvenuti ieri sera allo stretto di Messina

I militari dell’Arma dei Carabinieri hanno bloccato i tre hippy scortandoli fino al pronto soccorso dell’ospedale San Luca, tra l’incredulità di operatori sanitari e volontari. Non presentando alcun sintomo sono stati liberati e sono ripartiti. Le ultime tracce, dopo lo sbarco in Sicilia, arrivano dalla località turistica di Aci Trezza dove la Renault4 è stata fotografata in un parcheggio a pochi passi dai mitici faraglioni.

Ebbene la vettura è parcheggiata sul lungomare di Acitrezza, i sei occupanti tre di nazionalità francese e tre spagnola, sono stati denunciati e posti in quarantena in un immobile requisito dal comune.
La Caritas porterà loro il vitto per un costo di circa 54 euri ogni giorno di quarantena. Qualcuno pagherà.

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata