Scuola. Il governo Conte lavora per garantire un ritorno in classe in piena sicurezza. Da una parte si pensa ai test sierologici per docenti e Ata, dall’altra, in considerazione del distanziamento sociale da garantire, si punta all’assunzione di nuovi insegnanti. Il problema, in realtà ormai annoso, riguarda la mancanza di docenti titolari. Quest’anno si arriverà alla cifra record di 135mila tra posto comune e sostegno. Per far fronte a questo, il governo ha pensato di digitalizzare le graduatorie e farle diventare provinciali. Tante le novità, in particolare per gli studenti di Scienze della Formazione Primaria, che potranno accedere all’insegnamento anche senza laurea.

Graduatorie provinciali per le supplenze, le info utili

Le graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) saranno utilizzate per l’attribuzione delle supplenze al 31 agosto o 30 giugno, residue dopo lo scorrimento delle graduatorie ad esaurimento. Secondo le ultime indiscrezioni sarebbero 20 i giorni per presentare la domanda. Per la prima volta tutto il procedimento sarà online. Sia domanda, sia scelta delle scuole. Un procedimento che snellirà sia il processo di presentazione che la verifica dei punteggi da parte dell’ufficio Scolastico e le segreterie saranno alleggerite da un compito gravoso che si inseriva tradizionalmente in un periodo già denso di incombenze. Le graduatorie avranno validità biennale, dunque fino all’anno scolastico 2021-2022, in modo da ristabilire l’allineamento di tutte e tre le fasce delle graduatorie di istituto.

Scuola: Supplenti, potranno insegnare pure gli studenti universitari

C’è un’ulteriore novità. Il Ministero, per colmare quanto più possibile tutti i posti vacanti, ha deciso di consentire di insegnare nelle scuole materne ed elementari anche agli studenti del quarto anno di Scienze della formazione primaria. Ogni ordine di scuola (infanzia e primaria) sarà diviso in due fasce: la prima sarà riservata ai docenti con abilitazione all’insegnamento, ovvero i docenti che posseggono il diploma magistrale acquisito entro il 2001/2002 e i laureati alla facoltà di Scienze della formazione primaria, mentre nella seconda fascia entreranno gli studenti universitari al quarto e quinto anno di Scienze della formazione primaria, purché abbiano assolto rispettivamente, almeno 150 (quelli frequentanti il terzo anno), 200 (quelli frequentanti il quarto anno) e 250 (quelli frequentanti il quinto anno) crediti formativi entro il termine di presentazione dell’istanza. (Skuola.net)

Leggi anche:

L’università sospesa. La lettera del Prof

Nasce alla Kore di Enna il quarto corso di laurea in Medicina della Sicilia

Scuola. In Sicilia lezioni in Tv per alunni primaria e secondaria

Sicilia. Mondo della scuola in piazza

Condividi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata