Home

Sicilia sempre più avvolta dagli incendi. Nella notte un vasto incendio si è verificato a Caltabellotta, in provincia di Agrigento, proprio all’ingresso del paese. Le fiamme che hanno inizialmente interessato sterpaglie si sono propagate avvicinandosi pericolosamente ad alcune abitazioni. Diverse persone hanno lasciato i loro appartamenti, mentre Vigili del Fuoco e Corpo Forestale sono arrivati in zona per spegnere il rogo. La protezione civile non ha ritenuto necessario disporre alcun provvedimento di evacuazione.

Ma la notte appena trascorsa è stata caratterizzata nuovamente da vasti incendi in provincia di Palermo; in particolare sono state colpite dalle fiamme ancora una volta le montagne delle Madonie. I roghi sono divampati a Polizzi Generosa, Castellana Sicula e Geraci. Da questa mattina è tornata a bruciare anche la zona delle Petralie, devastata nei giorni scorsi da decine di incendi che hanno distrutto ettari ed ettari di bosco e macchia mediterranea. Per tutta la notte vigili del fuoco, forestali e operatori della protezione civile hanno cercato di proteggere aziende e abitazioni.

Sugli Incendi “il governo farà la sua parte, agiremo col massimo impegno a sostegno delle aziende che hanno avuto danni, ma soprattutto dovremo agire sulla prevenzione”. Lo ha detto il ministro dell’Agricoltura Stefano Patuanelli in un’intervista a Repubblica, dopo essere volato in Sardegna e Sicilia. “Gli agricoltori sono i primi custodi del territorio, bisogna sostenere economicamente questo loro ruolo. Nell’immediato, agiremo attraverso il fondo di solidarietà nazionale”, afferma Patuanelli.


Leggi anche: Incendi senza sosta in Sicilia, Madonie devastate: aziende e case distrutte – VIDEO


“È sotto gli occhi di tutti che non è stato fatto a sufficienza a livello nazionale, europeo e globale. Troppo spesso Paesi si sono sottratti per ragioni economiche dalla necessaria sfida al cambiamento climatico. Ricordo che Beppe Grillo parlava più di 20 anni fa di ciò che oggi stiamo vivendo. Siamo spesso stati presi in giro per la decrescita felice, ecco i risultati della crescita irresponsabile”. “La vera tutela dell’ambiente non è l’abbandono. Può essere usato economicamente proprio mentre lo si protegge”, aggiunge il ministro.

Leggi anche:

Madonie devastate dagli incendi, l’angoscia di Nunzia: “Abbiamo perso tutto, adesso spero nella giustizia divina”

caldo

A Ferragosto caldo rovente, in Sicilia temperature sino a 45°: è allerta incendi

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata