Home

Sicilia, Elezioni Amministrative: Si vota per 42 sindaci. Urne chiuse in Sicilia per le elezioni comunali 2021. Per gli eventuali ballottaggi si tornerà alle urne domenica 24 e lunedì 25 ottobre. In ventinove centri si vota con il sistema maggioritario, in tredici con quello proporzionale. I consiglieri comunali da eleggere sono 606. Le operazioni di scrutinio inizieranno tra pochi minuti, Younipa seguirà in diretta lo scrutinio. Tra i Comuni più grandi al voto ci sono: Vittoria, in provincia di Ragusa; Alcamo, nel Trapanese; Caltagirone, Adrano e Giarre, in provincia di Catania; Canicattì, Favara e Porto Empedocle, nell’Agrigentino; Lentini, Noto, Pachino e Rosolini, in provincia di Siracusa; San Cataldo, nel Nisseno. In provincia di Messina si è votato ad Antillo, Capo d’Orlando, Caronia, Falcone, Ficarra, Floresta, Galati Mamertino, Gioiosa Marea, Mistretta (sciolto per mafia), Patti, Rodì Milici, San Marco d’Alunzio, Sant’Angelo di Brolo, Terme Vigliatore, Torregrotta.

Elezioni comunali Sicilia: La diretta

14:00 Eletto il sindaco di Gioiosa Marea

Giusy La Galia, unica candidata in corsa a Gioiosa Marea, supera il quorum e viene eletta sindaco della cittadina in provincia di Messina.

Eletto il sindaco di Ferla

Ferla in provincia di Siracusa eletto sindaco Michelangelo Giansiracusa (unico candidato in corsa) che si riconferma primo cittadino.

14:40 Arrivano i primi dai sull’affluenza nei comuni del messinese. A Capo D’Orlando l’affluenza è del 59.35%, su 13169 sono 7816 le persone che hanno votato. Mentre a Patti il dato finale riporta 8143 elettori pari al 68,39%. i votanti sono stati 3938 (69,42%) uomini e 4205 (67,46%) donne. Torregrotta: invece, il dato sull’affluenza definitiva è del 62%. A Rodì Milici hanno votato 1233 persone su 2087 aventi diritto: la percentuale dell’affluenza è del 59,08%. A Terme Vigliatore il dato si attesta intorno al 65,54%.

14:42 E’ appena iniziato lo spoglio in una delle piazze più importanti al voto: Caltagirone. L’affluenza media, sebbene attestata intorno al 55%. Dalle prime schede scrutinate emerge il profilarsi di un testa a testa tra il candidato del centrosinistra Fabio Roccuzzo e quello del centrodestra Sergio Gruttadauria.

15:17 A Calascibetta, unico comune ennese al voto, l’affluenza è del 46,9%. A Vittoria, centro più popoloso al voto e unico comune del ragusano chiamato alle urne il dato è del 54,07%.

15:35 Ad Adrano, nel catanese, le prime schede scrutinate indicano un netto vantaggio del candidato Fabio Mancuso sui sui competitor. Alle sue spalle Agatino Perni.

15:38 I dati sull’affluenza in provincia di Catania. Si registra un calo significativo in quasi tutte le piazze al voto, l’unica a distinguersi è Adrano che fa registrare, con il 53,63%, un +1,05% rispetto alla scorsa tornata. Le altre piazze: Caltagirone 67,12% (-8,70%), Giarre 66,36% (-7,65%), Grammichele 57,81% (- 9,05%), Ramacca 67,46% (-6,87%).

15:43 Arrivano le prime proiezioni da Caltagirone, calcolate sul 10% delle schede scrutinante. Roccuzzo è in testa con 55,50%, seguono Gruttadauria con il 39,84%, Gravina al 2,79% e Giuseppa Leotta al 2,74%.

Elezioni comunali Sicilia: San Cipirrello, mancato raggiungimento Quorum

15:50 In Sicilia alle ore 14:00 l’affluenza alle elezioni amministrative è stata del 46,44%. Il dato è riportato sul sito della Regione Siciliana. A San Cipirello, comune sciolto per mafia, si è recato alle urne solo il 32,83% dei votanti: questo vuole dire che l’unica candidata in corsa Romina Lupo non viene eletta e che proseguirà il commissariamento.

15:45 L’affluenza in provincia di Siracusa vede un calo significativo in tutte le piazza al voto. Ferla 66,33% (-5,54%), Lentini 59,15% (-8,67%) Noto 69,63% (-9,06%), Pachino 63,37% (-11,64%), Rosolini 62,05% (-5,19%), Sortino 72,10% (-4,74%). Affluenza nel Messinese. Esclusa la piazza di Galati Mamertino, dove con il 62,69%, si registra l’unico dato con il segno più (+6,65%). Le altre piazze sono tutte con il segno meno: Antillo 75,81% (-19,07%), Capo d’Orlando 72,48% (-13,12%), Caronia 68,98% (-2,16%), Falcone 58,06% (-071), Ficarra 68,90% (-3,94%), Floresta 82,78% (-2,30%), Gioiosa Marea 69,59% (-12,12%), Mistretta 71,15% (-5,01%), Patti 74,35% (-5,02%), Rodì Milici 72,10% (-13,02%), San Marco d’Alunzio 70,32% (-2,63%), Sant’Angelo di Brolo 64,06% (-2,33%), Terme Vigliatore 66,36% (-0,81%), Torregrotta 67,39% (-5,39)

15:58 Le prime schede scrutinate a San Cataldo, nel nisseno, delineano il vantaggio del candidato giallorosso Comparato. A Favara stessa situazione: Palumbo (sostenuto dal Pd, M5S e sinistra) è in testa con il 40%

16:05 Lo spoglio prosegue nei comuni messinesi chiamati alle urne. A Rodi Milici manca ufficialità ma sembrerebbe vicina la riconferma di Aliberti, stessa situazione a Capo D’Orlando per quella di Ingrilli e Terme per Cipriano.

16:19 Ecco una prima panoramica del voto nell’agrigentino. Favara: Palumbo avanti con quasi il 40% seguito da Montaperto (32,5%) e Infurna poco meno del 29%. Porto Empedocle: è testa a testa tra Rino Lattuca e Calogero Martello. Seguono Salvo Iacono e l’ex sindaca Ida Carmina. Ultimo Gianni Hamel. Canicattì: in vantaggio Vincenzo Corbo con il 34%, già sindaco di Canicattì. Segue il giornalista Sciabarrà di poco avanti sul sindaco uscente Ettore Di Ventura.

16:34 Ad Alcamo, su tremila schede scrutinate, in vantaggio l’uscente grillino Surdi con il 45%. Alle sue spalle il candidato del centrodestra Cassarà (35%).

Elezioni comunali Sicilia: La diretta

16:40 A Vittoria i primi dati danno in vantaggio il candidato del Pd della sinistra Francesco Aiello di poco sopra il 40%.

16:45  A Montevago, nell’agrigentino, la deputata e sindaca uscente Margherita La Rocca Ruvolo è avanti di un soffio sullo sfidante Giuseppe Arcuri 248 voti a 229.

16:51 A Giarre è in testa il candidato Leo Cantarella con una percentuale che si attesta intorno al 40%.

16:53 A Caltagirone con il 20% delle schede scrutinate si consolida il netto vantaggio del candidato giallorosso Fabio Roccuzzo che con 4016 voti il 54% dei voti.

17:00 A Noto eletto sindaco Corrado Figura

17:23 A Grammichele è testa a testa fra il pentastellato Purpora e l’autonomista Pippo Greco (avanti di qualche centinaio di voti)

17:29 Nel messinese Basilio Ridolfo è stato eletto sindaco di Ficarra.

17:31 Su un terzo di schede scrutinate, ad Alcamo è in testa il sindaco uscente, sostenuto da M5S e sinistra, Surdi. A con il 43,6%. alle sue spalle c’è il candidato del centrodestra Cassará (33,8). Sul terzo gradino del podio con il 15,8% c’è Bosco (espressione dell’alleanza tra Pd e Udc).

17:33 A Calascibetta sono state scrutinate all’incirca il 30 per cento delle schede, ma la situazione sembra già delinearsi. Le proiezioni allo stato attuale indicherebbero la riconferma a sindaco del primo cittadino uscente Piero Capizzi. Sostenuto dal Pd, la sua lista contiene anche esponenti di due movimenti civici. Capizzi allo stato attuale ha ricevuto quasi il 52 per cento delle preferenze, seguito da Carmelo Lo Vetri e, più staccata, la dottoressa Cristina Russo.

17:44 A Montallegro vince Giovanni Cirillo, candidato di Fratelli d’Italia. Ha avuto la meglio sullo sfidante Andrea Iatì
che scrive su Facebook: “Nel prendere atto del risultato elettorale esprimo le mie congratulazioni al neo sindaco Giovanni Cirillo e a tutti i neo consiglieri comunali e auguri di buon lavoro per la crescita di montallegro. Grazie a tutti i miei candidati, sostenitori ed elettori”.

17:47 Aggiornamenti dalla piazza di Vittoria. Ventitré le sezioni scrutinate. Francesco Aiello guida la classifica con oltre 11000 voti e si attesta intorno al 41%. Secondo con poco più di 700 preferenze il candidato del centrodestra, il meloniano Salvo Sallemi.

A Mistretta nel messinese si va verso la vittoria il candidato sindaco Sebastiano Sanzarello che, con lo spoglio non ancora completato, sarebbe al 71% dei voti. Tre giorni fa il presidente della commissione antimafia Nicola Morra lo aveva definito “impresentabile” perchè accusato di concussione perchè avrebbe percepito tangenti della sanità. “Io non sono impresentabile e potevo candidarmi” aveva ribattuto il candidato che è stato condannato in primo grado a 4 anni ma in appello nel 2018 il reato è stato prescritto. Rimane aperto un altro troncone del processo. “Nel mio casellario giudiziario, che ho avuto neanche una settimana fa – ha detto Sanzarello – non risulta nulla”.

17:55 Giuseppe Lombardo, assessore catanese ai servizi sociali e tra i leader dell’ex Mpa, già esulta per la “vittoria” di Pippo Greco a Grammichele attraverso la sua pagina Facebook. In attesa dei numeri ufficiali, lo fa con una cartolina della piazza centrale del comune Calatino e una chiara emoticon con le due dita nel gesto della “V”.

18:00 Il candidato giallorosso Fabio Roccuzzo è il nuovo sindaco di Caltagirone. Al comitato sono in corso i festeggiamenti.

18:10 Montelepre, nel palermitano, è in vantaggio Giuseppe Terranova. A Valllelunga Pratameno (in provincia di Caltanissetta) è in testa l’ex sindaco Pippo Montesano

18:11 Altri due sindaci eletti nel messinese. Eugenio Aliberti è stato riconfermato sindaco di Rodì Milici con 1141 voti, mentre lo sfidante si è fermato a 589 Maio. Mistretta torna ad eleggere un sindaco dopo i due anni e mezzo di gestione commissariale. Si tratta di Sebastiano “Tatà” Sanzarello che ha superato la concorrenza dei rivali Nello Maniaci e Salvatore Alfonso Germanà.

18:16 A Rosolini si va verso il ballottaggio. Avanti candidato di Pd e sinistra Vaccaro (30%), tallonato dai due candidati di centrodestra (25%).

18:21 A Ramacca, nel catanese, sfida all’ultima scheda tra Pippo Limoli e il sindacalista Nunzio Vitale

18:24 Filippo Miracula è ufficialmente il nuovo sindaco di San Marco d’Annunzio nel messinese. Il giovane Antonio Stroscio è il nuovo primo di Floresta con 191 voti, contro i 170 del suo sfidante Marzullo.

18:33 A Giarre vince Leo Cantarella, suo vice sarà l’autonomista Claudio Raciti.

18:44 A Pachino vince la candidata del centrodestra Petralino.

16:48 Nel messinese Genovese eletto sindaco di Falcone. A Torregrotta: vince Nino Caselli.

18:49 Il candidato ambientalista Gruppuso è eletto a Calatafimi.

18:54 Montesano si aggiudica la partita di Vallelunga nel nisseno. A Montelepre si impone Giuseppe Terranova.

18:56 A Terrasini vince Giosuè Maniaci, candidato civico di centrosinistra. Ad Alia si impone Guccione.

19:07 “E’ un risultato, che seppur in attesa dell’ufficialità, non esito a definire incoraggiante. A Caltagirone Fabio Roccuzzo viaggia nettamente verso la vittoria al primo turno. Secondo i dati in nostro possesso, 25 sezioni scrutinate su 41, Roccuzzo è al 53,6% contro il 41,6% del candidato di Centrodestra. E’ un risultato importante se si considera che qui il Centrodestra si è presentato unito e compatto a sostegno del suo candidato. Ma qui a Caltagirone regge l’accordo tra Pd e Cinquestelle: un esito che conferma i risultati conseguiti anche nelle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre nel resto d’Italia. Caltagirone è il modello da seguire in Sicilia”. Lo dichiara – da Caltagirone – il segretario regionale del PD Sicilia, Anthony Barbagallo, commentando i primi dati sulle elezioni amministrative a Caltagirone, che vedono il candidato sindaco del PD, Fabio Roccuzzo sostenuto unitamente dai Dem e dai 5 Stelle, in vantaggio con un ampio margine rispetto al candidato del Centrodestra.
“Aspettiamo l’ufficialità – ha detto Roccuzzo – ma il trend di distacco sul candidato di centrodestra si conferma. Non vedo l’ora di mettermi al lavoro per la mia città”

19:11 A Calascibetta la spunta l’uscente dem, Piero Capizzi.

18.23. C’è un secondo sindaco eletto in provincia di Agrigento. Si tratta di Salvo Di Bennardo, che con un ristrettissimo margine ha superato Michele Di Piazza a San Biagio Platani. Al momento non si festeggia ancora nel comune sciolto per mafia, perché la differenza sarebbe di appena 70 voti e sono in corso le operazioni di verifica. Restano i trend fin qui tracciati, anche se i numeri ovviamente stanno man mano crescendo grazie al proseguo delle operazioni di spoglio e nei grandi centri sembra ormai si punti ovunque al ballottaggio. A Favara Antonio Palumbo continua a restare in testa con oltre 4300 voti, segue Salvatore Montaperto con 3800 voti. A Porto Empedocle continua il testa a testa tra Martello e Iacono, così come a Canicattì il confronto tra Corbo (che è a quota 4400) e Sciabarrà (3500 voti). Nessuna nuova, al momento, da Montevago.

19:25 La deputata Margherita La Rocca Ruvolo vince a Montevago.

19:33 “Risultati entusiasmanti per il M5 in Sicilia: ad Alcamo, Favara e Caltagirone si va verso vittoria al primo turno. San Cataldo e Lentini al ballottaggio. Questo dimostra la grande capacità di fare sinergia sui territori e rafforzare, passo dopo passo, l’asse innanzitutto con il Pd e con altre forze di sinistra e civiche. Caltagirone è l’avviso di sfratto al Governo Musumeci perché dimostra che la coalizione del M5s-Pd e forze di sinistra battono il centro destra anche se unito”. Così il sottosegretario del M5s alle Infrastrutture, Giancarlo Cancelleri, sul voto per le amministrative in Sicilia.

20:05 A Galati Mamertino, nel messinese, Vincenzo Amadore è stato eletto sindaco con 621 voti. A Patti si aggiudica la fascia di primo cittadino Bonsignore, Terme Vigliatore la spunta Bartolo Cipriano. La partita di Caronia la vince Giuseppe Cuffari.

20:30 Il dem Nunzio Vitale vince il duello di Ramacca.

20:37 Ad Alcamo, una delle piazze più importanti tra quelle al voto, è riconfermato l’uscente Domenico Surdi sostenuto dal M5S e dalle formazioni di sinistra.

21:00 Ad Adrano, nel catanese, si andrà al ballottaggio. A sfidarsi saranno Carmelo Pellegriti e Fabio Mancuso.

21:15 Salvatore Di Bennardo nuovo sindaco di San Biagio Platani con 1.094 voti. Ha avuto la meglio su Michele Di Piazza che ha ottenuto 910 preferenze

+++IN AGGIORNAMENTO+++

Sicilia, tangente da 50mila euro: Assessore denuncia e li incastra

Sicilia, arrivano i Frecciabianca: la (quasi) alta velocità finalmente a Palermo

Sicilia

Ultim’ora, la Sicilia torna zona bianca in anticipo: ecco la data fissata dal Governo

maltempo

Allerta meteo su Palermo, ecco quando è previsto il picco di maltempo

docente

Orrore in Sicilia, ex docente picchiato e dato alle fiamme

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata