Home

Stanno ancora operando i Vigili del Fuoco nel luogo dell’esplosione innescata da una fuga di gas metano e che ha causato il crollo di alcune palazzine (sono quattro gli edifici coinvolti) nel centro abitato di Ravanusa, in provincia di Agrigento. Sui luoghi sono arrivati i tecnici di Italgas: l’intervento dei Vigili del Fuoco è stato particolarmente difficile anche a causa della fuoriuscita di gas dalla rete, che solo da poco è stata messa in sicurezza. Sono già arrivate sui luoghi anche diverse squadre di volontari della Protezione Civile regionale, con al seguito torri faro, generatori e attrezzature utili allo scavo e alla ricerca.

Presenti anche diversi funzionari del DRPC Sicilia e altre squadre di volontari sono in procinto di raggiungere Ravanusa in una generosa corsa contro il tempo. Al momento, su disposizione dei VVF, tutti restano fuori dall’area del disastro per motivi di sicurezza, in attesa di avviare le attività di ricerca persone tra le macerie.

Negli ultimi minuti alcuni mezzi meccanici stanno aprendo una breccia tra le macerie, ma permane ancora il rischio di sacche gas. Sul posto il Capo della Protezione Civile Regionale, ingegnere Salvo Cocina, che aggiorna costantemente il Presidente Musumeci sull’evolversi della situazione.

Ravanusa, il raconto della notte

12:07 – Due donne sono estratte vive dalle macerie, Giuseppa Montana e Rosa Carmina, mentre un uomo e due donne sono morte, Pietro Carmina, Enza Zagarro e Liliana Minacori. Sono ancora 6 le persone disperse.

04:53 – Una seconda donna estratta viva dalle macerie: trasportata in ambulanza all’ospedale di Gela (CL)

04:41 – Estratto un corpo senza vita dalle macerie. E’ la prima vittima di questa tragedia

04:20 – Una barella è stata spostata nei pressi dell’area in cui si sta lavorando per liberare la seconda donna individuata sotto le macerie.

04:10 – Soccorritori si fanno largo manualmente tra le macerie, forse è stata individuata la posizione esatta della seconda persona ancora in vita. 

04:06 – Comandante Merendino, VVF provincia di Agrigento, ” Situazione molto particolare, non riconducibile a perdita impianto singola utenza difettoso”.

04:00 – ITALGAS conferma isolamento area interessata da esplosione.

03:48 . È la sorella della donna già estratta dalle macerie la seconda persona individuata dai soccorritori pochi istanti fa. Lo ha confermato il DG della Protezione Civile Siciliana, Salvo Cocina. 

Ravanusa, il secondo ritrovamento

03:41 – Una seconda donna è stata individuata sotto le macerie. Azionato anche un drone per le ricerche dall’alto.

03:00 – Sono circa 250 i soccorritori giunti a Ravanusa. Molti sono i volontari della Protezione Civile. Sui luoghi restano per ora le squadre specializzate nella ricerca dispersi e nei servizi essenziali.   

02:58 – Presenterebbe diverse fratture l’anziana donna estratta dalle macerie.

02:25 – ITALGAS: non è stato possibile isolare il tratto di rete dove è avvenuta l’esplosione.

01:54 – L’anziana signora estratta dalle macerie presenta lievi traumi ed é stata trasferita all’ospedale  di Licata.

01:37 – È una anziana la persona salvata e abitava in una palazzina che condivideva con altri due parenti. Lo ha confermato un nipote,

Ravanusa, il primo ritrovamento

01:30 – Una persona ferita tratta in salvo da un edificio probabilmente limitrofo a quelli del disastro.

01:28 – Soccorritori sono sempre in contatto con uno dei superstiti ancora sotto le macerie.

01:21 Capo della Protezione Civile Sicilia Salvo Cocina è suoi luoghi ed è in atto breefing con comandanti forze dell’ordine , VVF, Corpo Forestale RS. Ci sarebbero 11 dispersi. 

00:59 – Si sta costituendo il Centro coordinamento Soccorsi, che opererà guidando i soccorritori quando tutti focolai saranno spenti e i tecnici ITALGAS metteranno definitivamente in sicurezza il tratto di rete del metano.

00:52 – Sono due le persone individuate sotto le macerie, ma ancora non è possibile intervenire per procedere al recupero. Sentito anche un parente delle due persone (sembra che una delle due sia una donna) che ha dato indicazioni sull’abitazione per guidare i soccorritori..

00.39 – I Vigili del Fuoco starebbero soccorrendo due superstiti. Resta ancora incerto il numero dei dispersi. In azione i cinofili.

Francesco Venuto/DRPC Sicilia


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata