Home

Nelle prime ore dopo l’esplosione delle palazzine a Ravanusa, Michele Loggia, studente cresciuto nel paese in provincia di Agrigento, ha pensato di mostrare un segno di vicinanza ai familiari delle persone decedute durante il crollo. ”Ho deciso di aprire una campagna di raccolta fondi e di contribuire, nel mio piccolo, a sostenere e aiutare l’intera comunità in ginocchio”, racconta Michele Loggia sulla sua pagina GoFundMe.

Oltre 350 persone hanno già donato alla raccolta fondi, con donazioni provenienti anche dalla Germania, uno degli stati dove la comunità di ravanusani all’estero è molto grande. La campagna ha finora raccolto oltre 5mila euro ed è stata condivisa centinaia di volte sui social media: ”Tutti i fondi raccolti saranno destinati alle famiglie colpite dall’esplosione. Questa mattina – spiega Michele Loggia – ho reso nota al sindaco di Ravanusa la mia iniziativa in modo da rendere trasparente tutto quello che sta avvenendo e per trovare il modo più semplice per nominare il beneficiario dei fondi che saranno raccolti”. ‘

‘Appena possibile – aggiunge – passate queste ore complesse, i fondi saranno inviati nel miglior modo alle famiglie che hanno perso i loro cari”. I fondi, come previsto per tutte le campagne di GoFundMe, sono protetti e garantiti: potranno andare solo alle famiglie o saranno restituiti ai donatori. L’organizzatore della campagna aggiornerà costantemente i donatori su tutti i prossimi passaggi di questa procedura. La raccolta fondi è raggiungibile al link https://gf.me/v/c/4srp/kc8t2c. 

Leggi anche:

ravanusa

Ravanusa, la Regione Siciliana avvia raccolta fondi per ricostruire le case: è polemica

Carmina

Ravanusa, la lettera del prof Carmina ai suoi studenti prima della morte: “Ragazzi miei, mordete la vita”

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata