Per primi vi avevamo dato notizia QUI della concreta possibilità che la 103° edizione del giro d’Italia partisse dalla Sicilia e proprio da Palermo. Adesso la notizia è ufficiale. Infatti, come aggiornato sul portale ufficiale del giro QUI.

Si correrà dal 3 al 25 ottobre. Il via da Palermo dopo la rinuncia di Budapest. Probabile una tappa a Matera. A giorni il protocollo sanitario dal Viminale

La partenza del Giro D’Italia è il 3 ottobre. Da Monreale i ciclisti dovrebbero proseguire per corso Calatafimi per poi, dopo aver percorso viale Regione Siciliana, prendere la Palermo-Sciacca e proseguire verso Agrigento, dove sarà assegnata la prima maglia rosa. Il programma di maggio prevedeva anche una scalata di 150 chilometri sull’Etna e una tappa da 138 chilometri da Catania a Villafranca. Da Palazzo d’Orleans fanno sapere che non si sono ancora comunicazioni ufficiali, ma che nelle settimane scorse sono avvenuti dei contatti con gli organizzatori del giro.

La prima tappa del Giro D’Italia

La prima tappa prevede la partenza da Monreale, poi il passaggio per corso Calatafimi e viale Regione Siciliana a Palermo, poi i ciclisti imboccherebbero la Palermo-Sciacca, per chiudere la frazione ad Agrigento. Lì sarà assegnata la prima maglia rosa.

Tappa ondulata, ma impegnativa solo nei 5 km finali dove si risale dai piedi della Valle dei Templi fino ad Agrigento sull’arrivo già affrontato più volte dal Giro con circa 4 km al 5% e punte nel finale a sfiorare il 10%.

Per Monreale è una grande opportunità, dopo questo periodo di buio, dice il sindaco della cittadina palermitana, Alberto Arcidiacono, a Repubblica.

La prima grande ascesa in programma al Giro d’Italia 2020 è l’Etna, 18 chilometri al 6,8% (ma gli ultimi tre sono costantemente sopra il 9%), il quale sarà sede d’arrivo di una delle frazioni siciliane. 

Condividi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata