Home

Era stata esclusa da un concorso dell’Università degli Studi di Palermo per il centro di orientamento e tutoraggio nonostante avesse ottenuto nelle prove scritte il punteggio di 26/30 e 25/30 e 19/30 nella prova orale.

La vicenda

Per la Commissione, i risultati ottenuti non le consentivano di avere l’idoneità e di essere inserita in graduatoria. Contro questa decisione, la candidata ha deciso di presentare ricorso al Tar di Palermo. I suoi legali, hanno dimostrato che, secondo il regolamento dei concorsi dell’Università di Palermo, il colloquio si intende superato con il punteggio di 18/30 e non 21/30, come invece aveva deciso la Commissione d’esame. Quindi la giovane aveva superato anche l’orale.

La decisione del TAR

I giudici della prima sezione del Tar di Palermo hanno accolto il ricorso e ammesso in graduatoria la candidata esclusa dal concorso.

Unipa, aumento stipendi: Blitz degli studenti sede rettorato

Unipa, selezione per posti da ricercatore: i dipartimenti e come candidarsi

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata