Home

Se ne discuteva da giorni e poi è arrivata la conferma del Ministro della Salute: la terza dose del vaccino anti-Covid potrà essere somministrata prima di quanto stabilito finora. Non si dovranno più attendere 6 mesi dalla seconda dose, ma ne basteranno 5.

L’importanza del richiamo vaccinale

La pandemia e l’aumento dei contagi tornano a preoccupare l’Europa, rendendo necessaria l’adozione di nuove restrizioni e misure anche in Italia. In merito alla copertura vaccinale, le evidenze scientifiche dimostrano come, per mantenerla il più possibile, ci si debba sottoporre anche alla dose di richiamo, cd. booster.

Vaccini: terza dose dopo 5 mesi dalla seconda

In attesa di conoscere il nuovo decreto anti-Covid, il ministero della Salute ha emanato una circolare in cui precisa che la terza dose di vaccino va fatta 5 mesi dopo la seconda. “La dose di richiamo è cruciale per proteggere meglio noi e chi ci sta accanto”, ha sottolineato il ministro della Salute Speranza. La decisione è stata presa in un’ottica di precauzione massino, sentito il parere del Cts, dell’Aifa e tenuto conto dell’attuale ripresa della curva epidemica.


Leggi anche: Super Green Pass, limitazioni per i non vaccinati: cosa potrebbe cambiare


La circolare

Di seguito, il testo della circolare. “L’intervallo minimo previsto per la somministrazione della dose booster (di richiamo) con vaccino a m-RNA, alle categorie per le quali è già raccomandata (inclusi tutti i soggetti vaccinati con una unica dose di vaccino Janssen) e nei dosaggi autorizzati per la stessa (…) è aggiornato a cinque mesi (150 giorni) dal completamento del ciclo primario di vaccinazione, indipendentemente dal vaccino precedentemente utilizzato“. Nella circolare, inoltre, il ministero della Salute ribadisce anche la possibilità di sottoporsi contemporaneamente al vaccino a m-RNA anti-Covid, sia in caso di ciclo primario che di richiamo, e al vaccino antinfluenzale.

Terza dose: chi può prenotarla

Sarà possibile effettuare la terza dose, fissato il nuovo intervallo di tempo, a partire dal 24 novembre. Oltre alle categorie per le quali è già raccomandata, sono inclusi tutti i soggetti vaccinati con il vaccino monodose Johnson& Johnson.

vaccino

Covid, dopo 6 mesi dalla seconda dose di vaccino la protezione crolla: ecco di quanto

Johnson & Johnson

Vaccino Johnson&Johnson, previsto il richiamo: ecco quando

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata