Dopo il calo dei malati che hanno dovuto fare ricorso alla terapie intensive (sono 283 attualmente  in italia con un calo di 4 rispetto al giorno precedente) arriva un altro dato confortante per quanto riguarda i malati in isolamento domiciliare che scendono a 29.718.

Un calo di 393 casi che fa abbassare la soglia psicologica dei 30000 casi per la prima volta dopo il 24 marzo. Sono 7 le regioni con zero nuovi casi: Abruzzo, Umbria, Sardegna, ValleAosta, Calabria, Molise e Basilicata. Purtroppo il bilancio dei morti complessivi ammonta a 33.964, di cui 278 in Sicilia. Il totale dei positivi è 235278 di cui 2452 in Sicilia. Non bisogna abbassare la guardia.

In Lombardia, per esempio, i nuovi contagiati sono 194 pari al 69,2%  giornaliero nazionale. In Sicilia negli ultimi tre giorni (6-7-8 giugno) sono aumentati i guariti (+21), solo 4 i nuovi casi su più di 5.000 tamponi. Dall’ inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 165.693 (+5.054 rispetto a venerdì 5 giugno), su 140.109 persone: di queste sono risultate positive 3.452 (+4), mentre attualmente sono ancora contagiate 853 (-19),2.321 sono guarite (+21) e 278 decedute (+2).

Degli attuali 853 positivi, 47 pazienti (-13) sono ricoverati di cui 7 in terapia intensiva (+1), mentre 806 (-6) sono in isolamento domiciliare. Questi i casi di coronavirus riscontrati nelle varie province dell’ Isola: Agrigento 32 (0 ricoverati, 108 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta 13 (2, 152, 11); Catania 398 (16, 576, 100); Enna 8 (0, 388, 29); Messina 123 (16, 383, 59); Palermo 254 (13, 289, 37); Ragusa 8 (0, 83, 7);Siracusa 0 (0, 222, 29); Trapani 17 (0, 120, 5). Prosegue la distribuzione da parte della Regione Siciliana di dispositivi di protezione individuale (Dpi) e apparecchi sanitari per fronteggiare epidemia da coronavirus.

Dal primo marzo a ieri, sono stati consegnati oltre 25 milioni e 185 mila pezzi. Destinatari strutture sanitarie, case di riposo per anziani, residenze sanitarie assistite, Comuni, Prefetture, Forze dell’ordine, esercito, ex Province, carceri, dipartimenti regionali, Confcommercio e Confesercenti. In particolare, attraverso la Protezione civile della presidenza della Regione sono, stati distribuiti: oltre 17 milioni e 500 mila mascherine (chirurgiche, Ffp2, Ffp3 e M95); 4 milioni e 900 mila guanti; un milione e 518 mila dispositivi tra camici, calzari, tute e cuffie. Tra gli altri materiali distribuiti anche 243 mila tra occhiali e visiere, oltre 848 mila tamponi e kit diagnostici e 61mila apparecchi sanitari. I dpi e il materiale consegnato proviene da acquisti diretti della Regione e della Protezione civile nazionale, oltre che da donazioni di privati.

Condividi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata