Home

Vivere con un positivo è una occorrenza che può capitare a tutti.

Oggigiorno ormai abbiamo capito che non il covid in qualche modo ci dobbiamo convivere. Sono poche le persone che non hanno avuto, da dieci mesi a questa parte, un caso di positività nella cerchia amicale e familiare. C’è molta paura, sempre in questi casi. Ma il nemico invisibile può essere tenuto a bada rispettando delle semplici regole di condotta.

Consigli pratici per vivere con un positivo

Per convivere in casa con un positivo valgono un po’ le stesse regole che dovremmo applicare in ogni luogo. Prima fra tutte l’igienizzazione. Se non avete altra scelta che dividere la stessa casa con un soggetto positivo è necessario che questo abbia la sua stanza, in cui restare isolato rispetto agli altri membri del nucleo familiare.

Gli spazi della casa che presentano le maggiori criticità sono sicuramente la cucina e bagno. Anvche perchè in molte delle nostre case non abbiamo la possibilità di avere cucine e servizi igienici differenziati.

E’ quindi fondamentale igienizzare accuratamente qualsiasi oggetto di uso comune, magari all’inizio e alla fine di ogni singolo utilizzo.

Consigliato anche l’uso dei guanti quando vengono toccati oggetti o spazi precedentemente toccati da un positivo.

Le aree comuni possono essere igienizzate utilizzando un disinfettante, mentre per le stoviglie può bastare acqua calda e sapone. Ma è consigliabile hc el apersona infetta utilizzi piatti e posate monouso.

Per il lavaggio degli indumenti è sempre preferibile utilizzare i guanti per proteggere le mani. Ma gli indumenti della persona infetta possono essere posti in lavatrice insieme ai vestiti degli altri componenti familiari. Non c’è alcuna regola per la temperatura del lavaggio. Il virus non cammina, si diffonde tramite contatti.

L’aereazione degli ambienti, poi, riveste una fondamentale improtanza.

Quando in casa c’è un positivo al Covid diventa importantissimo il ricambio dell’aria, soprattutto in quegli spazi che vengono utilizzati anche dalla persona contagiata.

L’ideale è aprire regolarmente le finestre in tutte le stanze della casa.


Leggi anche:

Il vaccino anti Covid è “una porcheria”: sindaco chiede rimozione del parroco No Vax

Vaccino, Pfizer assicura: “Dalla prossima settimana fornitura al 100%”


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Maria Pia Scancarello

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata