Home

Uno spettacolo teatrale per ricordare gli attentati dell’11 settembre 2001, scolpiti nella memoria di ciascuno di noi. Un viaggio tra musica, parole e suoni che ricostruirà i drammatici attimi che hanno preceduto l’attacco alle Torri Gemelle.

11 settembre – Venti anni dopo

“11 settembre – Venti anni dopo”. È questo il titolo dello spettacolo che andrà in scena sabato 11 settembre, alle ore 20.30, in piazza Verdi, di fronte al Teatro Massimo. A breve, saranno passati vent’anni dall’attacco terroristico più tristemente famoso della storia, dall’evento che ha frantumato per sempre la sicurezza della civiltà occidentale e globalizzata, messa in ginocchio da quelli che si sono definiti i promotori di una nuova guerra santa. La compagnia per i diritti umani Raizes Teatro, ha deciso di ricordare quel giorno con una performance pensata appositamente per la ricorrenza.

Spettacolo e memoria

Un viaggio tra musica, parole e suoni che ricostruirà i drammatici attimi che hanno preceduto l’attacco alle Torri Gemelle, l’impatto degli aerei contro gli edifici e il loro crollo. Una riproduzione fittizia dell’alta colonna di polvere che si sollevò vent’anni fa e che fu capace di ricoprire tutto e tutti: la gente che correva per strada, le sirene spiegate della Polizia e dei mezzi di soccorso, i Vigili del Fuoco. Tutti avvolti nella stessa nube di paura, increduli di quello che stava accadendo. Gli audio dei messaggi e delle chiamate di coloro che si trovavano sui voli dirottati e di quelli che si trovano all’interno delle Torri, il macigno di un addio inaspettato.


Leggi anche: “Ciao Palermo, Monza is calling”: l’emozionante viaggio di Verstappen verso il GP d’Italia (VIDEO)


11 settembre – Venti anni dopo: le parole del regista

La costruzione della memoria è opera antica, che passa di bocca in bocca attraverso il racconto: è quello che faremo in piazza, dove siamo tutti uguali e non esistono distinzioni di ordini e palchi”, così presenta lo spettacolo il regista palermitano Alessandro Ienzi, direttore e fondatore di Raizes Teatro. “Molti dei performers in scena sono nati dopo l’11 settembre, lo conoscono dai video e dai racconti. Ecco la magia della memoria, giunge ai posteri viaggiando attraverso i corpi e le voci dei cantastorie.

Le commemorazioni

Nel corso dell’evento, patrocinato e prodotto da Raizes Teatro, Global Campus of Human Rights, dall’International Human Rights Art Festival e dall’Alloro Fest, saranno commemorati tutti gli agenti di Polizia e i Vigili del Fuoco che hanno perso la vita quel tragico 11 settembre 2001 e nel corso della storia, facendo semplicemente il loro mestiere. L’appuntamento da non perdere è per sabato prossimo.

università

Ripartono le Università in Afghanistan, una tenda separa gli uomini dalle donne

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata