Home

Bollettino Covid 16 gennaio 2022. La situazione e i nuovi contagi in Italia

Bollettino Covid Italia – Sono 149.512 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 180.426. Le vittime sono invece 248 mentre ieri erano state 308. Superati in Italia i 2,5 milioni di attualmente positivi. Secondo il bollettino sono 2.548.857, con un incremento nelle ultime 24 ore di 78.010. Dall’inizio della pandemia i casi totali sono 8.706.915 mentre i morti sono 141.104. I dimessi e i guariti sono invece 6.016.954, con un incremento di 79.207 rispetto a ieri. 

Si contano 927.846 tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 1.217.830. Il tasso di positività è al 16,1%, in aumento rispetto al 14,8% di ieri. Sono 1.691 i pazienti in terapia intensiva, 14 in più nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 128. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 18.719, ovvero 349 in più rispetto a ieri.

Bollettino Covid 16 gennaio 2022. La situazione e i nuovi contagi in Sicilia

Bollettino Covid Sicilia – Sono 8.521 i nuovi casi di Covid-19 in Sicilia (ieri 9.292), a fronte di 47.578 tamponi effettuati, su un totale di 9.175.246 da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 37 decessi (ieri 66 ma contando i giorni precedenti) che portano il totale delle vittime, sull’isola, a 7.915.

Il numero degli attualmente positivi è di 173.689 (+7.348) mentre le persone ricoverate con sintomi sono 1.348, di cui 168 in terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 172.173 pazienti. I guariti/dimessi dall’inizio dell’emergenza ad oggi sono 341.018 (+1.136).

Questi i nuovi casi suddivisi per provincia: Palermo 2.394, Catania 2354, Messina 581, Siracusa 791, Trapani 421, Agrigento 609, Ragusa 703, Caltanissetta 510 e Enna 158.

Leggi anche:

covid

Bollettino Covid, leggero calo dei nuovi casi in Italia: boom di guariti in Sicilia

no vax

Palermo, ancora false vaccinazioni ai no vax: arrestata un’infermiera

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata