Home

Bollettino Covid 17 gennaio 2022. La situazione e i nuovi contagi in Italia

Bollettino Covid Italia – Sono 83.403 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 149.512. Le vittime sono invece 287 mentre ieri erano state 248. Sono quindi 2.555.278 gli attualmente positivi con un incremento nelle ultime 24 ore di 6.421.

Dall’inizio della pandemia i casi totali sono 8.790.302 mentre i morti sono 141.391. I dimessi e i guariti sono invece 6.093.633, con un incremento di 76.679 rispetto a ieri. Sono 541.298 i tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime.

Ieri erano stati 927.846. Il tasso di positività è al 15,4%, in calo rispetto al 16,1% di ieri. Sono 1.717 i pazienti in terapia intensiva, 26 in più nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 122. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 19.228, ovvero 509 in più rispetto a ieri.

Bollettino Covid 17 gennaio 2022. La situazione e i nuovi contagi in Sicilia

Bollettino Covid Sicilia –   Sono 4.037 i nuovi casi di Covid19 registrati a fronte di 24.549 tamponi processati in Sicilia. Il giorno precedente i nuovi positivi erano 8.521. Il tasso di positività scende al 16,4% ieri era 17,9%. L’isola è al nono posto per contagi, al primo posto c’e’ l’Emilia Romagna con 11.189 casi.

Gli attuali positivi sono 176.754 con un aumento di 3.065 casi. I guariti sono 949 mentre le vittime sono 23 e portano il totale dei decessi a 7.938. Sul fronte ospedaliero sono 1.562 ricoverati, con 56 casi in più rispetto a ieri; in terapia intensiva sono 170, 2 casi in più rispetto a ieri.

Sul fronte del contagio nelle singole province Palermo con 983 casi, Catania 1.059, Messina 197, Siracusa 589, Trapani 454, Ragusa 281, Caltanissetta 201, Agrigento 189, Enna, 84.

Leggi anche:

Focolaio Covid sul traghetto Napoli-Palermo: venti in quarantena

no vax

Palermo, ancora false vaccinazioni ai no vax: arrestata un’infermiera

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata