Università di Palermo – La Rappresentante degli Studenti in Senato Accademico Ilenia Giardina dell’Associazione Intesa Universitaria ha chiesto al Rettore Prof. Fabrizio Micari e alla governance di Ateneo di prorogare il termine ultimo di consegna della tesi, fino a 7 giorni solari prima dell’inizio della sessione di Laurea, in modo tale da dare più tempo ai laureandi per superare le criticità che che gli studenti stanno vivendo per il periodo di emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus

Caricamento Tesi Laureandi di Ottobre: Le motivazione della Richiesta

Le motivazioni espresse nella richiesta presentata dalla Senatrice Giardina sono:

– chiusura delle biblioteche durante la prima fase del periodo di emergenza causa Covid-19, durante il quale gran parte della bibliografia non era accessibile in forma di e-book;

– nonostante la riapertura nella fase II del servizio di prestito libri, si è assistito ad un rallentamento nelle procedure dovute alle norme igieniche imposte, che spesso non hanno consentito ai tesisti di accedere ai testi;

– i ritardi nella correzione delle tesi e le difficoltà di confronto tra tesisti e relatori a causa dell’impossibilità di un incontro in presenza;

Le parole della Senatrice Giardina

Sono state e continuano ad essere tante le criticità riscontrate – dice Ilenia Giardina – dalla comunità accademica durante l’emergenza sanitaria. Una particolare attenzione meritano gli studenti che giungono ormai al termine del loro percorso accademico.


Oltre alle difficoltà legate all’erogazione della didattica e degli esami per via telematica, i laureandi impegnati nella stesura della tesi hanno dovuto affrontare numerosi ostacoli.
Nella prima fase dell’emergenza, la chiusura delle biblioteche ha causato l’impossibilità a reperire i testi.

Nonostante l’ateneo abbia messo a disposizione la consultazione degli eBook, non possiamo non sottolineare il fatto che gran parte dei testi e manuali non sono disponibili in formato digitale.

Anche il successivo riavvio, in fase II, del servizio di prestiti, non ha risolto il problema. Infatti, le procedure imposte dalle norme igieniche hanno allungato i tempi dei prestiti, causando dunque l’indisponibilità della bibliografia per gran parte degli studenti.

Inoltre i tesisti hanno visto allungarsi anche i tempi di correzione della tesi, a causa dell’impossibilità di poter aver un confronto in presenza con i propri relatori che avrebbe sicuramente agevolato il lavoro di entrambi.
Riteniamo doveroso adesso che il Senato Accademico possa deliberare in deroga al regolamento, accorciando i tempi e permettendo il caricamento della tesi 7 giorni prima dell’inizio della sessione di laurea e non 15 giorni come attualmente previsto.

Condividi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata