Home

Aumentano i contagi in tutta Italia, ma aumenta anche la voglia di lasciarsi alle spalle il 2021, chiudendo dietro la porta tutte le preoccupazioni ed ansie riemerse in queste ultime settimane. Ma come bisogna comportarsi a Capodanno? Ecco qualche pratico ed utile consiglio da osservare per un cenone in casa in sicurezza.

Capodanno a casa per la maggior parte degli italiani

Secondo Cia-Agricoltori Italiani, saranno oltre due italiani su tre a festeggiare il Capodanno tra le mura domestiche, in una cerchia ristretta di amici e parenti, per una spesa alimentare complessiva di quasi 2 miliardi euro, in linea con l’anno scorso. Soltanto il 15% degli italiani sceglierà ristoranti, locali o agriturismi per celebrare l’arrivo del nuovo anno.

Cenone di Capodanno a casa: le regole da seguire

Se siete in un ristorante, i protocolli da seguire sono certi da tempo, basta rispettarli (Super Green Pass, posti distanziati a tavola). Ma se avete scelto di fare il cenone a casa, come comportarsi per poterlo fare in tutta sicurezza? Ecco 10 semplici regole, di buon senso, a cui attenersi.


Leggi anche: A Palermo un Capodanno senza countdown in piazza, ecco i programmi del Comune


1 – Libero accesso per chi ha fatto la terza dose

Nessun limite particolare agli invitati in possesso della terza dose di vaccino. I primi da accogliere in casa senza problemi sono infatti parenti ed amici che si sono già sottoposti alla somministrazione della terza dose.

 2 – Tampone per tutti gli altri

Per chi invece non ha ancora ricevuto la terza dose, è bene presentarsi con un tampone con esito negativo fatto il pomeriggio del 31 dicembre o anche 24 ore prima, anche per chi è già vaccinato con due dosi di vaccino anti-Covid. Con l’alto livello di contagi in circolazione è una sicurezza per tutti. In ogni caso, non dovrebbero partecipare chi dovesse avvertire già da alcuni giorni sintomi come tosse, raffreddore, o mal di gola, e una temperatura sopra i 37,5 gradi perché potrebbero essere segnali di positività alla variante Omicron del Coronavirus.

3 – A tavola massimo in 10

Gli esperti consigliano non più di 7 persone a tavola. Ma se chi ospita ha a disposizione una stanza sufficientemente ampia, si può arrivare fino a 10.

4 – Distanziamento minimo fra i posti

Anche qui conta molto il fattore spazio. La soluzione migliore è di una distanza di un metro fra ogni commensale, ma se non si può, 70 cm dovrebbero essere una soglia minima accettabile.

5 – Aprire le finestre ogni ora

Utile aprire le finestre per almeno cinque-dieci minuti ogni ora.

6- Tenere la mascherina se non si mangia

La mascherina andrebbe tenuta da chi prepara il cibo e dagli ospiti mentre non sono a tavola a cenare.

 7 – Lavare o igienizzare spesso le mani

Ovviamente le mani vanno lavate ogni volta che si va in bagno, ma sarebbe utile farlo anche durante la cena igienizzandole con gli appositi liquidi di tanto in tanto fra alcune portate.

 8 – Vietato ballare o scambiarsi baci e abbracci

Questo è uno dei punti forse più difficili da rispettare, considerato il giorno di festa, ma è fondamentale evitare i contatti ravvicinati: aboliti dunque balli o baci. Il Trenino lo riserviamo per il prossimo Capodanno.

 9 – Igienizzare la casa

Dopo il Cenone (ma ovviamente anche prima) la casa va igienizzata con attenzione, così da non lasciare traccia di eventuali presenze di virus.

10 – Per 3 giorni dopo il Cenone tenere i contatti con gli invitati

Sia pure con molta discrezione, è importante che fino a 3 giorni dopo la festa si tengano dei contatti con tutti i partecipanti, così da monitorare e segnalare per tempo a tutti l’eventuale comparsa di sintomi.

Cerchiamo di osservare poche ma utili regole di buon senso.

Covid, ufficiale il nuovo Decreto su quarantena e super green pass: tutte le novità e le nuove regole

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata