Home

Nella settimana appena conclusa si è registrato in Sicilia un nuovo aumento esponenziale del numero dei nuovi positivi, accompagnato da un forte aumento del numero delle persone ricoverate, dei nuovi ingressi in terapia intensiva e dei decessi. I nuovi positivi in Sicilia, secondo i dati elaborati dall’Ufficio statistica del Comune di Palermo, sono 66.909, il 140,6% in più rispetto alla settimana precedente e tre volte e mezzo il numero registrato 14 giorni fa.

È fortemente aumentato il rapporto fra tamponi positivi e tamponi effettuati, passato dall’8,7% al 20,2%. Il numero degli attuali positivi è più che raddoppiato, passando da 51.296 a 111.777, 60.481 in più rispetto alla settimana precedente. Le persone in isolamento domiciliare sono 110.516, 60.138 in più rispetto alla settimana precedente. I ricoverati sono 1261, di cui 138 in terapia intensiva. Rispetto alla settimana precedente sono aumentati di 343 unità (i ricoverati in terapia intensiva sono aumentati di 31 unità).

Sono 81 i nuovi ingressi in terapia intensiva (il 42,1% in più rispetto ai 57 della settimana precedente). Il numero dei guariti (329.891) è cresciuto di 6382 unità rispetto alla settimana precedente. La percentuale dei guariti sul totale positivi è pari al 73,4% (84,6% domenica scorsa). Il numero delle ppersone decedute registrato nella settimana è pari a 155 (55 in più rispetto alla settimana precedente).

Complessivamente le persone decedute sono 7682, e il tasso di letalità (deceduti/totale positivi) è pari all’1,7% (2% la settimana scorsa). 7) I ricoverati complessivamente rappresentano l’1,1% degli attuali positivi (i ricoverati in terapia intensiva lo 0,1%). Rispetto alla corrispondente settimana di un anno fa, i nuovi positivi sono passati da 11.508 a 66.909 (+481,4%), i ricoverati da 1473 a 1261 (-14,4%), i ricoverati in terapia intensiva da 208 a 138 (-33,7%), i nuovi ingressi in terapia intensiva da 95 a 81 (-14,7%), i decessi da 234 a 155 (-33,8%).

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata