Home

Quasi la metà dei morti provocati dal Covid a livello globale, ovvero oltre 1,1 milioni, si concentra in soli cinque Paesi. Lo dimostrano i dati della Johns Hopkins University. Oggi gli Stati Uniti hanno superato la soglia dei 450mila decessi, con un aumento di oltre 50mila vittime in sole due settimane.

E con questo bilancio il totale delle vittime dei primi cinque Paesi per maggior numero di decessi sale a quota 1.103.734, quasi la metà del bilancio complessivo dei morti registrati nel mondo dall’inizio della pandemia (2.268.691). Oltre agli Usa, che contano 450.681 decessi, gli altri quattro Paesi sono Brasile (227.563), Messico (161.240), India (154.703) e Regno Unito (109.547). 

I decessi provocati dal Covid

Secondo l’università americana ad oggi i decessi da Covid nel Paese sono 450.681 a fronte di un totale di 26.554.792 casi di contagio. Il 19 gennaio scorso gli Usa avevano superato le 400mila vittime.

In Italia intanto risalgono i contagi: 13.189 nelle ultime 24 ore. Le vittime sono 476. Il tasso di positività sale al 4,72%. Appello di Speranza e Boccia alle Regioni: “La crisi non sacrifichi unità e collaborazione acquisita e la campagna di vaccinazione”.

Negli States almeno 26.554.216 persone hanno contratto il nuovo coronavirus dalla sua apparizione. Segue l’India (10,79 milioni), il Brasile (9,33), la Gran Bretagna (3,88), la Russia (3,85). Seguono quindi la Francia (3,31), la Spagna (2,88), l’Italia (2,58), la Turchia (2,50), la Germania (2,25) e la Colombia (2,12).

Bollettino Covid, boom di nuovi contagi in Italia: in Sicilia casi in calo

Condividi

Scrivi a Younipa, contattaci tramite Whatspp al numero +39 342 802 2234

Per rimanere sempre aggiornati sulla migliore selezione delle occasioni di lavoro, le opportunità più interessanti e tutti gli aggiornamenti sui Concorsi CLICCA QUI per il gruppo Telegram o CLICCA QUI per il gruppo Facebook.

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata