Home

Da oggi l’intera provincia di Palermo è in zona rossa. Le nuove regole saranno in vigore fino al 22 aprile. A differenza delle feste pasquali, non sono previste visite ad amici o parenti. Queste le regole:

Zona rossa, regole e restrizioni: Scuola

L’attività scolastica e didattica sarà in presenza solo fino alla prima media compresa. Per tutte le altre attività è prevista la Dad. Si applicano dunque le disposizioni nazionali per le zona rosse.

Spostamenti

È vietato uscire da casa se non per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità. In tutti i casi appena specificati sarà obbligatorio portare con se l’autocertificazione. Divieto di spostamento dunque all’interno del proprio Comune e ovviamente anche all’esterno o fuori regione, sempre che non sia giustificato e certificato. Le passeggiate sono consentite solo nei pressi delle proprie abitazioni. È sempre consentito il transito, in ingresso ed in uscita, dal territorio comunale per il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza; è vietato, in ingresso ed in uscita, il transito per raggiungere le seconde case (abitazioni non principali).

È permesso il transito, in ingresso ed in uscita, dal territorio comunale per gli operatori sanitari e socio-sanitari, per il personale impegnato nella assistenza alle attività inerenti l’emergenza, per l’ingresso e l’uscita di prodotti alimentari, sanitari e di beni o servizi essenziali, raggiungere ulteriori territori non soggetti a restrizioni negli spostamenti. Rimane consentito il transito, in entrata ed in uscita, per garantire le attività necessarie per la cura e l’allevamento degli animali e le attività imprenditoriali non differibili connesse al ciclo biologico di piante.

Negozi

Rimarranno chiusi i negozi di calzature e abbigliamento, tranne quelli per bimbi, e i centri commerciali. Aperti i supermercati, le edicole, le farmacie, le tabaccherie, i prodotti di elettronica e le librerie. . Asporto e domicilio in bar e ristoranti, il primo solo fino alle 18.

Leggi anche

Vaccini

Vaccini, Locatelli (Cts): “Aumentare l’intervallo tra prima e seconda dose, AstraZeneca efficace”

Covid


Covid, l’80% dei siciliani rifiuta AstraZeneca: per Musumeci c’è il rischio “zona rossa”

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata