Home

Johnny Depp ha vinto il processo: l’ex moglie, l’attrice Amber Heard, lo ha diffamato e per questo dovrà risarcirlo.

Dopo 13 ore di camera di consiglio, la Giuria ha deciso in favore dell’attore stabilendo che lo stesso è stato diffamato per i presunti abusi commessi.

Il risarcimento

La Heard adesso dovrà pagare all’attore 15 milioni di dollari di risarcimento, una cifra nettamente inferiore rispetto ai 50 richiesti da Depp, ma resta di certo una delle più alte di sempre.


Leggi anche: 2 giugno, Mattarella all’Altare della Patria: “Dicemmo ‘no’ al fascismo aderendo alla Nato”


Le parole di Depp dopo il verdetto

Subito dopo il verdetto, Johnny Depp ha condiviso una lunga lettera su Instagram:

Sei anni fa, la mia vita, la vita dei miei figli, delle persone più vicine a me e anche delle persone che per molti molti anni mi hanno supportato e hanno creduto in me è cambiata per sempre. Tutto in un battito di ciglia. False, molto serie e criminali accuse sono state mosse contro di me attraverso i media, che hanno innescato una raffica infinita di contenuti pieni di odio, sebbene nessuna accusa sia mai stata mossa contro di me. E sei anni dopo, una giuria mi da indietro la mia vita. Sono veramente onorato. La mia decisione di proseguire questo caso, conoscendo molto bene l’altezza degli ostacoli legali che avrei dovuto affrontare e l’inevitabile spettacolo mondiale al quale avrei dato mia vita, è stata presa solo dopo una riflessione considerevole.

Fin dall’inizio, l’obiettivo da raggiungere in questo caso era svelare la verità, indipendentemente dall’esito. Dire la verità era qualcosa che dovevo ai miei figli e a tutti coloro che sono rimasti fermi nel loro sostegno a me. Mi sento in pace sapendo di averlo finalmente fatto. Sono, e sono stato sempre, sopraffatto dalla effusione di amore e dal sostegno colossale e dalla gentilezza di tutto il mondo.

Spero che mia lotta per avere la verità sia d’aiuto ad altri, uomini o donne, che si sono trovati nella mia situazione e che coloro che li sostengono non si arrendono mai. Spero anche che si torni ad essere innocente fino a prova contraria, sia all’interno dei tribunali che nei media.

Voglio riconoscere il nobile lavoro del giudice, dei giurati, del personale giudiziario e degli sceriffi che hanno sacrificato il proprio tempo per arrivare a questo punto, e al mio team legale diligente e incrollabile che ha fatto un lavoro straordinario per aiutarmi a condividere la verità. Il meglio deve venire e un nuovo capitolo è finalmente iniziato

Veritas nunquam perit

La verità non perisce mai.

caldo

Dopo Hannibal arriva “Scipione l’Africano”, sarà caldo infernale: in Sicilia oltre 40 gradi

Decathlon

Decathlon a Palermo, parte il conto alla rovescia: LA DATA UFFICIALE DELL’APERTURA

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata