Home

Disaster Girl, il meme che ritrae in primo piano una bambina con il suo ghigno compiaciuto davanti ad una casa in fiamme, è stato venduto all’asta, nella sua original version, per la “modica” cifra di, udite, udite…500mila dollari!

Disaster Girl

Tutti ci siamo imbattuti almeno una volta nel visino di Zoe Ruth, la bimba protagonista del meme Disaster Girl. Zoe sembra avere uno sguardo appagato mentre dietro di lei divampa un incendio in un’abitazione. Questa perlomeno è l’interpretazione che ha permesso a quello scatto di diventare Disaster girl, uno dei meme più iconici e diffusi di sempre.

Disaster Girl: la storia del meme

Stando alla ricostruzione fornita dal sito Know Your Meme, la foto della ragazzina con lo sguardo “malefico” a pochi metri da una casa in fiamme è stata scattata nel 2005 dal padre, e pubblicata solo tre anni più tardi. La location è la cittadina di Mebane, Carolina del Nord. La protagonista è Zoe Roth, allora di soli quattro anni. La famiglia abitava vicino alla stazione dei pompieri, che una sera hanno fatto partire un’esercitazione con un incendio controllato. Dave Roth non si fa sfuggire l’occasione, pronto ad immortale il momento con la sua inseparabile macchina fotografica. L’uomo scatta senza sosta, ritraendo l’incendio e i suoi famigliari. Ed è lì che immortalerà l’inizio del mito: Zoe diventa la Disaster girl.

La cifra da capogiro

I Roth, visto l’inaspettato successo del loro scatto, hanno ben deciso di ricavarci qualcosa. Decidono di consulare esperti ed avvocati, e alla fine mettono all’asta Disaster Girl. Il successo è immediato. Le cifre offerte crescono senza sosta, a ritmi frenetici. Alla fine, lo scatto viene acquistato per 180 Ethereum, la cryptovaluta che al cambio attuale vale 490mila dollari/ 404mila euro. Ma la Disaster girl di oggi, Zoe, non pensa solo a sé stessa. Parte del compenso, infatti, verrà devoluto in beneficenza.


Leggi anche: Come programmare l’invio di un messaggio su WhatsApp: il trucco


NFT: acronimo e significato

Il 2021 sta vedendo l’incredibile ascesa dei NFT. Quest’ultimo, è l’acronimo del termine Non-Fungible Token, ovvero un insieme di informazioni digitali presenti all’interno di una blockchain che conferisce diritti e caratteristiche ad un determinato soggetto. Può essere registrato con un NFT qualsiasi tipologia di media: dalla musica ai video, dai testi alle opere d’arte, foto e, per l’appunto, anche GIF e meme. Una volta acquistatone il NFT, il media continua a circolare liberamente in rete, ma i suoi diritti diventano di proprietà dell’acquirente.

I meme milionari

Disaster Girl non è il primo meme ad essere stato messo all’asta ed acquistato ad una cifra mozzafiato. Prima di questa immagine, altre perle del web sono state vendute al pari di vere e proprie opere d’arte. Ad esempio, gli occhiali pixelati del Deal With it, che attualmente hanno un valore di circa 42mila dollari; l’immagine originale del meme Bad Luck Brian, venduta dal protagonista dello scatto, Kyle Craven, allora adolescente, per 36mila dollari o ancora il meme Overly Attaches Girlfriend venduto dalla protagonista della foto, Latina Morris, con la sua espressione “minacciosa” per 411mila dollari.

Le migliori 25 aziende per far carriera in Italia: la classifica

WhatsApp, novità in arrivo: autodistruzione dei messaggi dopo 24 ore

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Cristina Riggio

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata