Home

Ha destato sconcerto e dolore in tutto il mondo la notizia della morte di un’elefantessa incinta in India, vittima di una trappola esplosiva messa dall’uomo, un dramma che riguarda tutti, perché gli animali sono parte fondamentale dell’equilibrio del pianeta”.
Ad intervenire è Tiziano Spada, coordinatore provinciale di Italia Viva Siracusa insieme ad Alessandra Furnari.

Il fatto

Un’elefantessa di 15 anni, incinta di due mesi, è morta in India, nello Stato del Kerala, dopo aver mangiato un ananas riempito di petardi. La notizia – riportata fra gli altri dalla Bbc – è stata diffusa sui social da un funzionario forestale, Mohan Krishnan, che su Facebook ha raccontato che i petardi sono esplosi nella bocca dell’animale, che ha poi ha camminato per giorni in preda al dolore prima di morire, il 27 maggio, in un fiume. Non è ancora chiaro se sia stato un incidente, ma il Kerala Forest Department ha annunciato questa mattina su Twitter di aver arrestato una persona.

La nota del coordinatore Spada

“Come in India, anche nel nostro territorio l’episodio ha lasciato sgomenti i nostri concittadini amanti degli animali, sollevando ancora una volta il tema del rispetto verso gli amici a quattro zampe ma soprattutto l’attenzione verso i provvedimenti destinati a chi si macchia di simili reati – prosegue Tiziano Spada – dimostrando mancanza di sensibilità ed empatia”. “Basti ricordare il recente episodio di Priolo Gargallo, con il povero cane Matteo legato e trascinato con l’auto fino alla morte – conclude il coordinatore Spada – per farci comprendere quando importante sia la vita e la dignità degli animali, domestici o esotici, e quanto altrettanto fondamentale sia riportare al centro del dibattito la certezza della pena e l’inasprimento delle sanzioni previste

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata