Home

Un caso di emigrazione inversa. Di solito si racconta di italiani che partono in cerca di lavoro e fortuna negli United States, con una valigia fatta più di sogni che di vestiti. Questa volta, invece, a trasferirsi in Sicilia c’è un americano. Il suo nome è Michael.

Michael Xenakis ha 30 anni. Lavora per l’azienda etnea Fazio. A portarlo in Sicilia un volo di solo andata da New York fino a Catania, alle pendici dell’Etna. In Sicilia l’americano ha portato un sito di programmazione che ottimizza notevolmente i tempi di produzione. Lui, invece, dalla Sicilia sta raccogliendo i paesaggi mozzafiato.

Proprio al portale catanese Meridionews ha deciso di raccontarsi. “Dopo la laurea in economia in California, ho deciso di esplorare il mondo. Da anni sono un esperto in brand e marketing“, ha detto il giovane newyorkese per metà catanese.

Il compito di Michael Xenakis è quello di portare l’azienda sicula Flazio all’estero. Una sfida ardua, che porta ad una miscela tra americano stretto e catanese.

Micheal: il newyorkese a Catania

Voi italiani avete dei prodotti magnifici, ma non li sapete valorizzare“, questo ha capito il giovane esperto in marketing dopo molti mesi passati in Sicilia.

Tra l’altro il newyorkese è finito a Catania completamente per caso. “Sono andato in vacanza a Stromboli. Poi mi hanno presentato il proprietario di Flazio. Da lì è nata la coordinazione con lui”. Il caso ha deciso per Micheal di portarlo in Sicilia.

I suoi genitori hanno sempre creduto in lui. Ai suoi sogni. Il papà gli ha dato una sola raccomandazione: “Se viaggi, devi guadagnare. Quello è importante”.

La vita di Michael in pochi mesi, durante la seconda ondata da Covid-19, è completamente cambiata. Si è rivoltata come un calzino. “Aspetto solo di vivere la vita notturna di Catania, tutti mi dicono sia meravigliosa”, dice proiettato verso il futuro l’economista. Inoltre racconta di trovarsi bene con tutti, strigendo amicizie con 80enni e piccoli studenti monelli.

Michael sembra aver trovato il suo paradiso e difficilmente riuscirà a dimenticarlo. Come scrisse Battisti, il paradiso tu vivrai, se tu scopri quel che hai.


Concorso Collaboratori Scolastici per Assunzioni a tempo indeterminato, ecco come candidarsi


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Alessandro Morana

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata