Messenger Rooms è uno degli strumenti presentati da Zuckerberg per “aiutare le persone a restare connesse”.

Facebook lancia la propria sfida a Zoom e HouseParty con un potenziamento delle sue piattaforma e la creazione di un servizio tutto nuovo: si chiama Messenger Rooms e offre agli utenti la possibilità di creare stanze in cui incontrarsi, in modo rilassato.

La novità va in direzione dell’integrazione delle piattaforme perseguita da Facebook, e infatti nelle stanze si può entrare sia dal social che da Messenger, e a breve anche da WhatsApp, Instagram o anche senza avere un account

E’ utilizzabile per scuola e lavoro ma si pone come luogo in cui vedere gli amici, grazie anche alla presenza di filtri e alla possibilità di personalizzare la location, dalla spiaggia a una festa di compleanno, con realtà virtuale e aumentata.

Come funziona?

Chi apre una stanza ha il controllo di chi entra: può decidere di renderla aperta a tutti i propri contatti o solo ad alcuni, oppure inviare un link con l’invito.

Quando inizia la videochat, la stanza si chiude, e se un partecipante non è gradito, o si è imbucato, può essere espulso.

Condividi