Home

Giulia è una studentessa dell’Università di Palermo che da settembre si trova a Valencia. Come tanti studenti erasmus, Giulia era partita per svolgere una parte della sua carriera universitaria fuori l’Italia. Un’esperienza che mai avrebbero immaginato potesse evolversi come le storie che stiamo continuando a raccontare su Younipa. Giulia è preoccupata e, tutta la sua ansia appare nel video postato su FB. Si capisce dalla faccia del video quando lancia il suo appello dalla Spagna. La voce un po’ trema mentre dice: “Ciao, sono Giulia Costumati. Sono una dei tanti siciliani che stanno a Valencia e non riescono a rientrare”. Perché? “Per l’assenza di voli diretti per Palermo. Sono stati istituiti dei voli per Roma in data in cui non è presente una coincidenza per la Sicilia, né per Palermo, né per Catania. Io, come tanti altri, ho bisogno di tornare con la maggiore sicurezza e nel minore tempo possibile”. Il video messaggio si chiude con una richiesta di soccorso alle istituzioni.

Figli lontani e genitori in ansia nelle settimane del Coronavirus. E’ stato proprio Marco, il papà di Giulia, a condividere il video su Facebook: “Lei è mia figlia Giulia, da settembre scorso si trova in Spagna a Valencia in Erasmus, avrebbe dovuto finire il progetto a giugno prossimo, ma quella che doveva essere una bella esperienza formativa si è trasformata in un incubo, oggi si trova come tanti altri ragazzi sia studenti che lavoratori bloccata per assenza di voli diretti per la Sicilia, da tre settimane osserva rigorosamente e responsabilmente la quarantena ma la situazione in Spagna ha assunto proporzioni preoccupanti, in questo breve video si appella alle nostre istituzioni affinché si trovi una soluzione”.

RICHIESTA SUPPORTO REGIONE SICILIA – RIMPATRIO DA VALENCIA

Posted by Giulia Costumati on Monday, April 6, 2020

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.