Home

I vaccini proteggono da tutte le varianti? Secondo l’Oms la protezione sarebbe garantita, considerata la risposta attuale ai vaccini. “Tutti le varianti del virus Covid-19 emerse finora rispondono ai vaccini approvati”. Lo ha detto Hans Kluge, direttore regionale per l’Europa dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Vaccini, Gimbe: 4,5 milioni di over 60 senza neanche la prima dose

Sebbene la dichiarazione dell’Oms faccia ben sperare, ad oggi sono ancora tanti coloro che non si sono sottoposti alla prima dose di vaccino. In particolare nella popolazione dai 60 anni in su ci sono “oltre 4,5 milioni di persone ad elevato rischio di ospedalizzazione e morte ancora senza alcuna protezione vaccinale.

E’ quanto emerge dal nuovo monitoraggio della Fondazione Gimbe e si tratta di dati, sottolinea il presidente Nino Cartabellotta, che possono “ridurre la sicurezza delle riaperture”. Tra le consegne annunciate dal Generale Figliuolo per maggio e dal Ministro Speranza per giugno, si legge nel report, “sono attese circa 25 milioni di dosi, ovvero il consuntivo del secondo trimestre chiudera’ con circa 13 milioni di dosi in meno rispetto ai 62 previsti dal Piano”.

Rispetto alle somministrazioni, al 19 maggio, il 32,9% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino (19.6 milioni) e il 15,2% ha completato il ciclo (9 milioni) e si registra un lieve aumento delle somministrazioni settimanali (+2,9%), con una media di 481 mila al giorno. Quanto alla copertura, il 74,6% degli over 60 ha ricevuto almeno la prima dose di vaccino ma ancora restano 4,5 senza. Andando a vedere per fasce di eta’: su 4,4 milioni di over 80enni, circa 3,5 milioni (80,7%) hanno completato il ciclo e 470.826 (10,7%) hanno ricevuto solo la prima dose. Degli oltre 5,9 milioni di 70-79enni, 1.487.355 (24,9%) hanno completato il ciclo e 3,2 milioni (53,7%) hanno ricevuto solo la prima dose. Degli oltre 7,3 milioni di 60-69enni, 1,2 milioni (16,4%) hanno completato il ciclo e 3,3 milioni (44,9%) hanno ricevuto la prima dose.

Ad oggi, infine, le Regioni hanno somministrato quasi tutte le dosi consegnate (94,2%). Questo significa che “con queste stime – afferma Renata Gili, responsabile Ricerca Servizi Sanitari Gimbe – e’ impossibile ampliare molto la platea delle prime somministrazioni, visto che un numero rilevante di dosi servira’ per i richiami”.

Leggi anche

Sicilia zona bianca da quando

Sicilia zona bianca da quando? L’obiettivo è vicino, le ipotesi sulla data

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Avatar

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata