Home

La Ministra degli Interni, Luciana Lamorgese, ha annunciato la campagna vaccinale per i ragazzi, in vista dell’estate. Tra i mesi di maggio e giugno, dovrebbe iniziare la vaccinazione anche per le classi di età dei più giovani, i maggiori socializzatori.

I giovani e il contagio

I giovani sono da sempre ritenuti i maggiori diffusori del contagio da Covid-19. Che siano studenti o lavoratori, tutti non vedono l’ora di tornare alla normalità, stravolta da un anno a questa parte. I prossimi mesi, in tal senso, saranno estremamente decisivi.

Lamorgese: “I ragazzi stanno pagando un prezzo molto alto”

“Se al momento vengono vaccinate le classi più fragili, a rischio per età o patologie pregresse, quando sarà il turno dei giovani?”. A fare il punto della situazione è Luciana Lamorgese, Ministra degli Interni, che proprio in questi difficili mesi di pandemia ha tenuto sott’occhio soprattutto i comportamenti e le azioni dei più giovani. In un’intervista rilasciata al Messaggero, la Lamorgese dichiara: “I ragazzi stanno pagando un prezzo molto alto: in termini di assenza forzata dalle aule di scuola e delle Università, di riduzione degli spazi di socialità e della libertà di viaggiare per motivi di studio e di vacanza”.


Leggi anche: Vaccino Pfizer efficace al 100% nei bambini compresi tra 12 e 15 anni, lo studio


“Un’estate in sicurezza”

E in vista della stagione estiva, la Ministra aggiunge: “Per limitare al massimo il contagio, c’è bisogno di uno sforzo straordinario: ora che è stato raggiunto l’accordo con le Regioni per l’utilizzo della rete delle farmacie, tra maggio e giugno dovremmo iniziare a vaccinare anche le classi di età dei più giovani che, notoriamente, si spostano e socializzano più delle altre”. La Lamorgese ricorda di non abbassare la guardia, “perché i progressi registrati dalla campagna per i vaccini fanno finalmente intravvedere un orizzonte diverso che ci consentirà di tornare gradualmente alla normalità”.

I giovani pronti a vaccinarsi

Dal portale Skuola.net è emerso che i giovani sono pronti a vaccinarsi. Infatti, il 54,6% di quelli che hanno partecipato al relativo sondaggio ha dichiarato di volersi vaccinare. Tra dubbi ed indecisioni, solo il 6,7% è momentaneamente convinto di non volerlo fare. Se la campagna vaccinale dovesse andare in porto, l’immunità di gregge potrebbe esser già raggiunta nel mese di settembre, evitando così una nuova ondata nei mesi più freddi come tristemente già avvenuto.

covid

Bollettino Covid, in Sicilia contagi alle stelle e numeri da zona rossa

Nuova consultazione Ema su AstraZeneca: nessun nesso provato tra vaccino e trombosi

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Cristina Riggio

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata