Home

Abbiamo ricevuto un contributo da parte di una nostra lettrice, Ilaria. Ha voluto condividere con noi i suoi stati d’animo, lanciare un messaggio di positività ai suoi coetani ma, soprattuttto ha voluto fare un appello a tutta la popolazione: “vaccinatevi!”. Ha voluto invitare tutti coloro che ne hanno la possibilità a vaccinarsi e ad avere fiducia nella scienza. Solo così potremo liberarci dalla pandemia.


Leggi anche: Imprenditore da Roma a Palermo per vaccinarsi: “In Sicilia ottima organizzazione”


Pubblichiamo integralmente quello che Ilaria ci ha scritto:

Cara Redazione Younipa,
vi scrivo perché volevo condividere con voi e con tutti i vostri lettori, i miei pensieri e le mie emozioni di questo periodo. Vorrei dare un messaggio di speranza a molti miei coetanei che si trovano a vivere chiusi a casa, da più di un anno. E vorrei anche lanciare un messaggio a tutta la popolazione italiana.
Io mi chiamo Ilaria e ho 20 anni. Avevo da poco assaporato il fermento dell’Università (Unipa nello specifico), delle lezioni, delle associazioni studentesche…quando è arrivata la pandemia e hanno chiuso tutto. Ho trascorso questi mesi vivendo momenti di grande sconforto alternati a momenti più positivi di speranza…Mi sono concentrata sulle lezioni, sugli esami. E devo dire che sono riuscita anche a mantenere una buona media. In alcuni momenti ho pensato di non farcela, ho avuto crisi e momenti bui. Ma ci sono state due cose che mi hanno aiutato: scrivere e sperare.

Scrivere e sperare…

Sono due cose che consiglio a tutti. La prima è terapeutica e aiuta a scaricare le emozioni negative, la seconda è l’essenza stessa della vita e aiuta ad andare avanti nei momenti più difficili.
La speranza in me è stata sempre più grande da quando in Italia è partita la campagna vaccinale. Ricordo ancora l’emozione di quel giorno. Mi sono commossa davanti alle immagini in tv, dei primi vaccinati in Italia ed ho sentito dentro che da li sarebbe iniziata la svolta verso la rinascita. So che da allora non è stato tutto rose e fiori, ma è la campagna vaccinale che ci aiuterà a superare la pandemia. Ne abbiamo sentite di tutti i colori in questi mesi sui vaccini. Le polemiche, le paure, le titubanze. Io ho 19 anni e fortunatamente sono in salute, quindi chissà quando sarà il mio turno per potermi vaccinare. Ma non so dirvi cosa darei per poterlo fare adesso. Attendo con ansia quel giorno, perché so che sarà un momento importante. E non riesco proprio a capire tutti quelli che oggi rifiutano di vaccinarsi.

Vaccinatevi!

Oggi il mio appello va a tutte le persone che hanno diritto alla vaccinazione, per età e categoria. VACCINATEVI! Se solo si guardassero bene i dati degli effetti collaterali dei vaccini, si capirebbe che davvero sono minimi rispetto a quelli di molti altri farmaci che comunemente utilizziamo. La stampa non ha certo aiutato a superare le paure e la cattiva informazione, e si è creato un circolo vizioso di disinformazione e paura. Ma l’Italia merita di ritornare a vivere e a essere una nazione attiva e piena di fermento, come da sempre è stata. Quinidi fatelo per voi, per i vostri figli e per i vostri nipoti: VACCINATEVI E NON ABBIATE PAURA. Dobbiamo affidarci alla scienza per andare avanti. Il progresso dell’uomo passa anche da questo. E la nostra nazione non può essere da meno rispetto a tutti i paesi del mondo che stanno pian piano tornando a vivere.
Ai miei coetani dico, torneremo, prestissimo! Utilizziamo questo tempo per dedicarci alla riflessione e alla lettura. E quando andremo nuovamente ad affollare le aulee unviersitarie capiremo davvero il privilegio che abbiamo nello stare insieme, nel poter apprendere, confrontarci, condividere.
Spero possiate pubblicare questo mio messaggio. Grazie a Younipa che ci da sempre voce.
In bocca al lupo a noi!
Ilaria

Come sempre siamo qui per dare voce ai vostri pensieri e per accogliere le vostre istanze. Chi come Ilaria volesse scriverci o segnalarci qualcosa, può farlo attraverso tutti i nostri canali. Younipà sempre al vostro fianco!

Potrebbe interessarti:

Grido d’allarme dalla Russia: «Alexei Navalny sta morendo in carcere»

Ecco quali saranno i 30 lavori più redditizi dei prossimi 10 anni

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Da 13 anni laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ha deciso di fermarsi nella sua terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ha fondato una sua agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. E’ appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ha un debole per le giuste cause e per i Mulini a vento. Il suo sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione. Da 13 anni sono laureata in comunicazione e tecnica pubblicitaria. Dopo aver fatto diverse esperienze all’estero, ho deciso di fermarmi nella mia terra siciliana, collezionando anni di esperienza nel campo degli eventi e dell’organizzazione congressuale. Da pochissimo ho fondato una mia agenzia di eventi e comunicazione, la Mapi. Sono appassionata di moda, cinema e spettacolo. Ho un debole per le giuste cause e per i mulini a vento. Il mio sogno? Coltivare e mantenere vivo l’entusiasmo per la vita e per ogni sua piccola forma e manifestazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata