La pubblicazione del Bando da parte della regione Siciliana per la concessione di contributi economici a studenti universitari fuori sede per l’A.A. 2019/2020 a seguito dell’emergenza epidemiologica non ha convinto la popolazione studentesca.

A poche ore della messa online dei dettagli di questa misura così attesa, è montata una protesta, con richiesta di chiarimenti e modifiche.

Younipa ha raccolto le principali perplessità e alcuni dei vostri commenti. Siamo sicuri che, a stretto giro di tempo, arriveranno le opportune precisazioni da parte della rappresentanza e dalla Governance dell’ERSU.

Il titolo del bando è chiaro: Concessione di contributi economici per studenti universitari fuori sede a SEGUITO DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19

Ma quali studenti fuori sede? In che modo? Ma soprattutto con quali tempistiche?

Questo bando rischia di essere il solito fumo negli occhi per gli Studenti Siciliani che necessitano di aiuti concreti nell’immediato e non con delle tempistiche, come al solito, infinite.

Comunque è assurda questa cosa. Io sono dovuta tornare a Palermo da Napoli a inizio Marzo (per problemi familiari) e sono rimasta bloccata qui a causa della pandemia. Comunque a Napoli continuo a pagare l’affitto e le bollette, sebbene io non stia per nulla usufruendo dell’alloggio. Le spese rimangono sempre (soprattutto per chi ha contratti con i privati), anche se siamo bloccati qui in Sicilia.


Partiamo dagli studenti che studiano in Sicilia:

Il bando non chiarisce le modalità di richiesta per gli idonei non assegnatari domiciliati all’interno della regione

Prendere in considerazione, come si evince da bando, la sola platea di studenti idonei di Borsa di Studio non fornisce alcun aiuto alle esigenze economiche per i tanti studenti fuori sede che studiano negli atenei siciliani e che sono costretti ad affrontare in questo stato di emergenza. Come vuole intervenire la regione Sicilia a riguardo? Quali sono le misure per questa fascia di studenti?

Come recita il Bando:

“È destinata altresì la somma di euro 3.000.000,00 a favore di studenti universitari residenti e domiciliati in Sicilia che hanno richiesto il contributo alloggio agli ERSU siciliani per l’anno 2019/2020 e che sono risultati nelle relative graduatorie “idonei”, ma non assegnatari del contributo richiesto; per tale misura, gli EE.RR.SS.UU. siciliani stanno provvedendo con separate procedure esecutive.”

  • Premesso che, il contributo alloggio (quota servizio abitativo) si ottiene in virtù della presentazione entro i termini richiesti (in questo caso il 31 gennaio) del contratto di locazione. Ad oggi, beneficiano di tale somma gli studenti idonei di posto letto che non usufruiscono dei servizi abitativi messi a disposizione dell’ente e vincitori di borsa di studio secondo quanto espressamente stabilito da bando di concorso
  • Premesso che, la somma destinata per gli studenti che si ritrovano nello status di “fuori sede” come si evince nella tabella n.9 in allegato dovrebbero percepire una somma pari o superiore agli 800 euro secondo i parametri ISEE stabiliti dal bando emanato dalla Regione Sicilia per contrastare l’emergenza Covid19

Si chiede a quale platea di studenti la spett. amministrazione dell’ERSU intende rivolgere tale provvedimento in virtù del fatto che gli studenti vincitori di borsa di studio percepiranno tali somme nella restante rata del beneficio messo a disposizione dall’ente ma non ancora erogato.

Sono idoneo ma non beneficiario di BdS mi spetta il contributo?

Spett. Amministrazione cosa intende per coloro che hanno richiesto il beneficio richiesto (contributo alloggio) considerando che come si evince da bando di Bds A.A.  2019/2020  il contributo può essere erogato solo agli studenti assegnatari di borsa di studio? Quali sono le misure che vuole mettere in campo codesta amministrazione per gli studenti non assegnatari di borsa di studio ma semplicemente idonei?

Quindi, ci sembra di capire, che per gli studenti che studiano in Sicilia la possibilità di accedere a questo contributo si riduce al fatto di aver presentato entro i termini richiesti il contratto di locazione. Ma siamo seri?

E PER GLI STUDENTI SICILIANI CHE STUDIANO IN ALTRE REGIONI? LA TEMPISTICA?

Come si evince da Bando, per gli studenti siciliani che studiano in altre regioni la presentazione delle domande sarà a partire dal 30 aprile 2020 con scadenza il 15 maggio 2020, mentre le graduatorie saranno pubblicate entro il 5 giugno

Tenendo conto che tra la presentazione della domanda e la pubblicazione della graduatoria intercorre un lasso di tempo di ben 70 giorni riteniamo la suddetta tempistica non adeguata allo stato di emergenza attuale. Gli studenti che necessitano un contributo economico non possono attendere la solita e farraginosa burocrazia. Hanno, più di altre volte, la necessità di avere un contributo concreto con tempi certi e non dopo ben 70 giorni

CONTRIBUTO DESTINATO AGLI ERSU SICILIANI PER LA GESTIONE DEL BANDO

Per tutte le procedure previste dal bando agli ERSU siciliani verrà trasferito un ulteriore contributo di 120 mila euro per le maggiori spese derivanti dalla gestione del contributo stesso.”

Allo stesso tempo, ci chiediamo, ma gli ERSU siciliani non dipendono dalla Regione Sicilia? Non attingono già ai fondi stanziati per ricoprire le spese di funzionamento dell’Ente?

E allora, vista la situazione emergenziale in cui versano gli studenti meno abbienti non sarebbe stata più opportuno e proficuo destinare questa somma agli studenti fuori sede?

Condividi