Home

Una 23enne indiana rischia la pena capitale dopo aver avvelenato a morte 5 persone e aver causato il ricovero di altre 88. Il motivo di tanta crudeltà? Aver deriso le sue doti culinarie.

Mai prendersi gioco della padrona di casa, soprattutto quando non è proprio una cima ai fornelli. A saperlo bene è Pradnya Survase, 23enne indiana del villaggio di Mahad. Secondo quanto riportato dal Daily Mail, la giovane avrebbe dato una festa per inaugurare la sua nuova casa. Presa dai preparativi, ha organizzato tutto per i suoi ospiti, compreso il cibo, preparandolo personalmente. Sarebbero state proprio le pietanze da lei cucinate ad esser motivo di discordia, fino a diventare il movente per omicidio.

Le specialità culinarie di Pradnya non sono state gradite dai suoi ospiti, che avrebbero iniziato ad insultarla per le sue mancate doti. La giovane ha così pensato di vendicarsi, e lo ha fatto nel modo più crudele: avvelenando i suoi ospiti. Senza indugio, ha aggiunto del pesticida ai suoi piatti. Il risultato? 5 morti e 88 ricoverati in ospedale per grave avvelenamento ed intossicazione. Pradnya avrebbe rischiato di uccidere anche il marito, le cognate e la suocera.

Alla Polizia, la 23enne indiana ha raccontato di esser vittima di vessazioni da almeno due anni, dal suo matrimonio.  La famiglia del marito, sempre secondo quanto da lei riportato, la ridicolizzava quotidianamente per la sua carnagione scura e per la sua cucina.

Pradnya è ora accusata di omicidio, tentato omicidio e cospirazione ai sensi del codice penale indiano, e rischia la condanna a morte.

sesso

Il buon sesso cura il raffreddore, lo studio: “Naso e genitali sono collegati”

yacht

Sorpresi in mutande dentro a uno yacht, la reazione è da Oscar: “Non farmi del male” – VIDEO

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata