Home

Le Olimpiadi di Tokio continuano a regalarci grandi emozioni. Meglio di così, non eravamo mai andati: 38 medaglie in totale, di cui 10 d’oro (finora). L’Italia supera ogni record. E a rendere omaggio agli atleti azzurri, capaci delle più inattese imprese, ci pensa il governatore siciliano con un’invitante proposta.

Musumeci: “Gli azzurri vengano in Sicilia, offriamo noi”

Gli atleti medagliati azzurri alle Olimpiadi di Tokyo vengano in vacanza in Sicilia per ritemprarsi dalle fatiche post gara e godere, prima di riprendere l’attività agonistica, delle bellezze impareggiabili della nostra Isola. A offrire loro un soggiorno gratuito di una settimana sarà la Regione“. Con queste parole, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, rivolge il suo invito agli atleti. “Scelgano la località che preferiscono tra le centinaia di incantevole fascino e millenaria storia che la Sicilia offre. Portino con loro anche la medaglia vinta, per una foto ricordo dal luogo di vacanza”, conclude il governatore.

Sicilia, culla di grande potenziale sportivo

A detta di Musumeci, la Sicilia è pronta a dare il benvenuto agli azzurri che decidano di passare qui qualche giorno di vacanza, certo che possano trovare ristoro tra le bellezze della nostra Isola. Ma non solo. Proprio la Sicilia, in questi ultimi mesi, è stata la sede di preparazione di molte Federazioni sportive, sia italiane che straniere. Un grande potenziale, senza alcun dubbio, che Musumeci promette di sviluppare con nuove procedure semplificate. La presentazione di quest’ultime, inoltre, avverrà in occasione della Fiera del turismo sportivo che si terrà a Palermo a ottobre, come dichiarato dal governatore.


Leggi anche: Bollettino Covid, la Sicilia torna prima in Italia per contagi: i dati nazionali


Le preparazioni sportive

In particolare, nell’Isola si sono svolte (prima nelle acque di Trapani e poi a Marina di Ragusa) le preparazioni pre-olimpiche dell’equipaggio Tita-Banti, che ha vinto la medaglia d’oro nella classe Nacra 17 di vela (allenato dal palermitano Gabriele ‘Ganga’ Bruni, fratello di Francesco, timoniere di Luna Rossa, e anche lui impegnato più volte in Coppa America) e di quello inglese che si è classificato al secondo posto (allenato dall’ex timoniere di +39 Jan Percy).

Oro

Tokyo 2020, Italia leggendaria: oro anche nella 4×100!

Olimpiadi, Jacobs è nella storia: il più veloce al mondo dopo Usain Bolt

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Laureata in Giurisprudenza a Palermo con una tesi di diritto penale, non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura. Curiosa ed ambiziosa, cerco di rinnovarmi continuamente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata