Home

Palermo, folle rissa a piazza Magione: polizia presa a calci e colpi di bottiglie- VIDEO

Movida violenta a Palermo, nel centro di piazza Magione. In alcuni video diventati virali si vedono alcuni giovani che litigano con dei poliziotti. Molto probabilmente la rissa è avvenuta a causa di un placamento di un altro scontro tra cittadini palermitani o per il mancato distanziamento e per l’assenza di mascherina dei protagonisti.

Da settimane a piazza Magione le forze dell’ordine hanno cercato di mantenere le regole imposte dal distanziamento sociale e l’incremento dei contagi, tenendo anche un profilo basso e senza creare troppe polemiche. Nel primo video è possibile vedere lanci di bottiglie di birra alla polizia. Con il rischio, anche probabile, che alcuni pezzi di vetro finissero sul viso delle guardie o dei protagonisti del video.

Nel secondo, invece, si notano delle voci femminili, in cui una ragazza, molto probabilmente tra i 30 e i 40 anni, grida durante lo scontro: “Stai attento Marco. Questi hanno la pistola. Stai attento, per favore! Aiutateci”. Quelli che giungono sono brevi frame, che sicuramente allarmano tutto il capoluogo siciliano e i suoi cittadini.


Potrebbe interessarti:

La Vucciria fa le ore piccole, tutti senza mascherina a ballare dopo il coprifuoco- VIDEO

Condividi


AGGIORNAMENTI

Per tutti gli aggiornamenti invitiamo i nostri lettori a collegarsi alla nostra pagina web Younipa.it , alla nostra pagina Facebook e alla nostra pagina Instagram.

Concorsi pubblici: Tutti i bandi attivi al momento Ricevi sul canale Telegram la rassegna stampa con le ultime novità sui concorsi e sul mondo del lavoro. Prova il nostro tool online per la ricerca di lavoro in ogni parte d’Italia.

NEWS LE NEWS PIU IMPORTANTI Per non perderti tutte le news più importanti raccolte in un unico canale Telegram. Cronaca, politica, sport, cultura, eventi e tanto altro ancora.

GOSSIP: IL nostro canale Telegram dedicato al mondo del gossip Qui per il Gossip

Post correlati



A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”