Home

In queste ore, nelle scuole di Palermo si dà il via allo screening di massa, che coinvolgerà studenti, insegnanti e personale scolastico.

In caso di positività verrà somministrato il tampone molecolare. Per quest’operazione di screening saranno impiegati complessivamente 35 medici.

“Il mondo della scuola rappresenta una priorità assoluta sulla quale l’intera organizzazione voluta dal Presidente Musumeci e dall’Assessore Razza, ripone la massima attenzione nel pieno interesse della collettività”.

Lo affermano il direttore generale dell’Asp di Palermo Daniela Faraoni e il commissario per l’emergenza Covid a Palermo Renato Costa.

Screening di massa nelle scuole

Tale misura, secondo il sindaco Leoluca Orlando, “è un buon segnale circa l’importanza di agire con misure preventive per frenare i contagi e alleggerire il peso sulle strutture sanitarie dedicate ai pazienti Covid e, di riflesso, su tutto il sistema sanitario regionale”.

Inoltre, il sindaco Orlando ricorda l’importanza di evitare gli assembramenti davanti le scuole. Sulla stessa scia anche l’appello del direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, Stefano Suraniti: “La scuola è un luogo sicuro, ma occorre che i comportamenti virtuosi in tale contesto siano presenti da parte di tutti gli studenti e tutte le famiglie anche nell’extra-scuola. Si richiamano i valori di solidarietà e di rispetto e il senso di responsabilità condivisa”.

Le Usca dell’Asp Palermo

Sono state istituite 10 Usca (Unità Speciali di Continuità Assistenziale) dall’Azienda sanitaria provinciale di Palermo. 6 con sede in città, 2 con sede a Partinico, responsabili del versante occidentale della provincia e 2 a Termini Imerese per il versante orientale. 

Le prossime tappe dello screening

A seguire la successione delle scuole in cui verrà effettuato lo screening (dopo la scuola Madre Teresa di Calcutta):

1. Scuola Di Vittorio (via Giuseppe Di Vittorio 11);

2. Silvio Boccone (via Del Vespro 72);

3. Bonagia, Istituto Mattarella (via Del Castoro 13);

4. Scinà (via Giuseppe Li Bassi 60);

5. Mendelssohn (via Brunetto 1);

6. Leonardo Sciascia (via De Gobbis 13);

7. Leonardo Da Vinci (via Serradifalco 190).


Leggi anche:

Sicilia, in arrivo 5 milioni di euro per l’editoria

COVID. Buone notizie, nuovo vaccino efficace al 94,5%

Università: quale scegliere per diventare milionari


Condividi

A proposito dell'autore

Barbara Costantino

Neolaureata in Mediazione Linguistica a Unipa, dove adesso frequenta il corso di Lingue Moderne e Traduzione per le Relazioni Internazionali. Le piace cantare, suonare e scrivere. Ama le parole e le ama in diverse lingue, pensa che abbiano un grande potere. Sogna di girare il mondo e di portarsene un pezzo dopo ogni viaggio. Crede nella bontà e nell'altruismo. La sua missione è far ridere gli altri.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata