Home

Ricerca, didattica, assunzioni ed edilizia. Queste le macro aree in cui Unipa ha intenzione di investire per un ulteriore rilancio dell’Ateneo che punta ad attirare nuovi studenti e soprattutto rispondere alle esigenze degli iscritti sotto tutti i profili. “Un grande impianto che abbiamo costruito in maniera specifica sull’edilizia universitaria legata alle ristrutturazioni dei nostri numerosi plessi ma anche sulla potenziale costruzione di nuove residenze e aule che sono elementi centrali per immaginare una nuova didattica”, ha spiegato il rettore Massimo Midiri, presentando in conferenza stampa le novità del bilancio 2022. Fondi per oltre 14 milioni, a questi si aggiungono anche quelli provenienti dagli utili del bilancio dello scorso anno e anche le risorse provenienti dai bandi del Ministero dell’Università che co-finanzieranno i progetti per circa 40 milioni.

Con l’approvazione del bilancio 2022 avviamo un piano di azione per la crescita del nostro Ateneo nei prossimi anni, realizzando così un progetto concreto e strategico, un nuovo modo di vivere e fare Università con un modello sostenibile, inclusivo ed innovativo. Vogliamo che UniPa entri a fare parte delle più importanti reti europee, stringendo allo stesso tempo maggiormente il rapporto con la Città e la Regione concorrendo così allo sviluppo del territorio con un ruolo decisivo”. “Faremo investimenti anche sulla componente umana – ha aggiunto Midiri – sia del personale docente che personale tecnico-amministrativo: il primo fondamentale per rilanciare la ricerca che diventa centrale nell’innovazione, mentre il secondo che diventa lo strumento per interpretare le grandi risorse che arriveranno dal Pnrr”.


Leggi anche: Unipa, aperte le iscrizioni ai corsi di preparazione ai test di ammissione: LE INFO


In arrivo potenziamenti per i servizi agli studenti: dai fondi per l’attività dei ricercatori e dei dottorati di ricerca fino al miglioramento della strumentazione necessaria ai progetti. A tutto ciò si aggiunge anche l’obiettivo dell’ingresso degli studenti nel mondo del lavoro, di creare il punto di contatto tra università e aziende, attraverso l’attivazione di specifici accordi di collaborazione e partnership con le imprese: “Abbiamo già diversi accordi con i più grandi gruppi – ha spiegato Midiri -. In totale, al momento, si parla di circa 1000 aziende specializzate e divise per settori di competenza. Cosa che creerebbe per l’Università una spinta dal punto di vista dell’appeal per gli studenti”.

Tra i temi trattati nel corso dell’incontro, anche quello relativo al rientro in presenza degli studenti per gli esami che si svolgeranno a gennaio: “L’obiettivo è quello di rientrare al 100% i nostri controlli su vaccini e tamponi sono serrati e siamo pronti ad accogliere gli studenti con tutte le precauzioni del caso – ha concluso Midiri -. A tal proposito ringrazio il commissario per l’emergenza covid della provincia di Palermo, Renato Costa, per averci dato la possibilità di effettuare delle vaccinazioni anche per gli studenti in Ateneo”. Erano presenti alla conferenza stampa il prorettore vicario, Enrico Napoli, il direttore generale, Antonio Romeo, i Prorettori, i Delegati del Rettore e i Dirigenti dell’Ateneo.

Leggi anche:

Unipa

Unipa, i corsi in International Relations LM52 presentati al Padiglione Italia di Expo Dubai

Erasmus+ 2022: ecco la guida, tutte le novità, scadenze, modalità di presentazione e cosa c’è da sapere

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata