Home

Ha ricevuto per sbaglio sei dosi di vaccino Pfizer. Un errore umano, così come lo ha definito dall’Azienda sanitaria, in conferenza stampa, poche ore dopo l’accaduto. È successo a Massa, in Toscana, a una 23enne.

La Asl Toscana nord ovest ha aperto una indagine interna sul caso della somministrazione di sei dosi di vaccino. L’infermiera che ha effettuato la somministrazione, ha detto Tommaso Bellandi, responsabile della sicurezza del paziente della Azienda sanitaria, “non ha inserito la soluzione fisiologica nel flaconcino che contiene sei dosi di principio attivo Pfizer. Ha dimenticato questo passaggio e quindi quando è andata ad aspirare il contenuto per una iniezione ha in realtà aspirato tutto il principio attivo. È stato un errore umano, dovuto anche al grande carico di lavoro che i sanitari stanno affrontando in questi mesi”.

Riceve per sbaglio sei dosi di vaccino, inchiesta in Toscana

L’inchiesta interna coinvolgerà sia l’infermiera, attualmente sotto choc per la paura di aver creato danni alla 23enne, sia il medico vaccinatore presente nella stanza al momento della preparazione e somministrazione della dose.

È stata attivata anche l’unita’ di psicologia clinica ospedaliera per seguire in questa fase i due sanitari e la giovane vaccinata. Si tratta, e’ stato spiegato nel corso della conferenza stampa, del primo caso al mondo di somministrazione di sei dosi: un infermiere, a Israele, ne aveva ricevute cinque.

Leggi anche

comuni montani

Sicilia, parte la vaccinazione di massa nei comuni montani: ecco quali sono

Peschereccio siciliano, “I libici hanno sparato per uccidere”

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata